Fonte Dpc

Coronavirus, al via comitato di Protezione civile per rientro italiani da nave in Giappone

L'incontro servirà ad organizzare l'operazione per far tornare in Italia i 35 italiani bloccati sulla nave da crociera dallo scorso 3 febbraio

Si discuterà anche degli aspetti operativi sul rientro dei 35 italiani bloccati sulla nave da crociera Diamond Princess, in quarantena da 12 giorni in Giappone, nella riunione odierna del Comitato operativo della Protezione civile sull'allerta Coronavirus, presieduta dal capo del Dipartimento Angelo Borrelli. La Diamond Princess è in isolamento dal 3 febbraio scorso nel porto di Yokohama, Giappone, ovvero da che si è presentato a bordo il primo caso di Coronavirus. Ieri le autorità sanitarie giapponesi hanno riferito di 70 nuovi casi, facendo così salire a 335 il bilancio delle persone contagiate

E intanto proseguono i controlli sanitari negli aeroporti italiani. I controlli sanitari sui passeggeri che atterrano negli aeroporti italiani, come previsto dall’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, hanno preso il via dal 5 febbraio e interessano tutti i voli internazionali in arrivo. Dall’inizio delle attività sono stati monitorati 12.287 voli e 1.364.216 passeggeri.  Medici e volontari di protezione civile sono impegnati nei controlli sanitari dei passeggeri in arrivo negli scali aeroportuali. Il sistema di monitoraggio prevede l’impiego di team misti composti da personale medico dell’Ufficio di sanità marittima aerea e di frontiera – USMAF - e da volontari delle organizzazioni nazionali e regionali di protezione civile e della Croce Rossa Italiana, con il supporto dei presidi medici aeroportuali. La temperatura corporea viene rilevata da termometri laser e dove presenti da termoscanner.

Red/cb
(Fonte:Ufficio stampa Dpc, Adnkronos)