Fonte Facebook Dpc

Coronavirus: arrivata equipe medica, domani il volo per il rientro degli italiani dalla Diamond Princess

Partirà nella notte tra giovedì e venerdì 21 febbraio il Boeing che riporterà i nostri connazionali a casa dal Giappone dove hanno trascorso quasi due settimane a bordo della nave da crociera Diamond Princess

Dovrebbe slittare a domani, venerdì 21 febbraio, il rientro degli italiani che erano a bordo della nave da crociera Diamond Princess. Lo apprende l'ANSA da fonti informate. Il Boeing dell'Aeronautica militare è già in Giappone in attesa di imbarcare la trentina di connazionali e altri 26-27 cittadini europei ma i test medici sul coronavirus a cui vengono sottoposti i passeggeri sono ancora in corso. Intanto ieri pomeriggio, 19 febbraio, è atterrata in Giappone l’equipe medica con i materiali necessari ai controlli sanitari per il test del Coronavirus a cui, nelle prossime ore, saranno sottoposti i viaggiatori che intendono tornare. 

I nostri connazionali, al rientro in Italia previsto nella notte tra giovedì 20 febbraio e venerdì 21 febbraio, saranno sottoposti, così come indicato dal Ministero della Salute, a un periodo di quarantena di quattordici giorni. Le strutture militari di Pratica di Mare e del centro sportivo della Cecchignola, a Roma, garantiranno l’ospitalità e l’assistenza necessaria. L’intervento, coordinato dal tavolo del Comitato Operativo del Dipartimento della Protezione Civile, è stato possibile grazie alla stretta sinergia tra i Ministeri degli Affari Esteri, della Salute e della Difesa.

E proprio il ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine della task-force sul Covid-19, che ha fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro paese, ha dichiarato: “L’Italia ha tenuto sin dall’inizio un approccio ispirato alla massima precauzione – ha affermato il ministro Speranza – continueremo su questa strada. Per questo i voli sono, e restano, sospesi e si mantengono in vigore tutte le misure predisposte che assicurano un livello di sicurezza adeguato rispetto a tutte le valutazioni epidemiologiche. Non abbassiamo la guardia”.

Aggiornato alle 12:52

Red/cb
(Fonte: Dpc, Ministero della salute)