Fonte Pixabay

Coronavirus, cosa succede da oggi in Italia

Nuova cartina dell'Italia questa volta tutta in giallo. Ripartono le palestre e hanno già riaperto i centri commerciali nel finesettimana ma soprattutto si apre la stagione turistica

Una penisola in giallo. E l'Italia nella quale, dopo la firma dell'ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza, avvenuta ieri sera, domenica 23 maggio, tutte le regioni sono in zona gialla. L'ultima ad essere promossa a gialla è stata la Valle D'Aosta che è rimasta una settimana in più delle altre in zona arancione. A livello pandemico si tratta di un segnale importante di un lento ritorno alla normalità. Tre regioni andranno addirittura in zona bianca dal 1° giugno e cioè Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise che quindi potranno dire addio a tutte le restrizioni, ad accezione del distanziamento e delle mascherine.

Palestre e centri commerciali
Da oggi, lunedì 24 maggio, riaprono anche le palestre dopo che nel fine settimana è toccato ai centri commerciali, chiusi fino ad ora per scongiurare il rischio di assembramenti. Riaperture con polemiche per le palestre tanto che alcuni operatori del settore hanno deciso di non alzare ancora le saracinesche. I problemi riguardano le procedure da seguire per la riapertura che sono state criticate da molti proprietari. 

Viaggi tra regioni e turismo
Con la zona gialla estesa a tutte le regioni ripartono i viaggi tra regioni e si possono iniziare a programmare le vacanze estive. Si rimette dunque in moto un settore fondamentale per il nostro paese: quello del turismo. Gli italiani potranno guardare con maggiore fiducia e tranquillità al prossimo mese di giugno, considerato che l'ultimo decreto legge prevede anche la riapertura dei bar e ristoranti al chiuso (ma con orari ancora limitati) dal primo giugno; matrimoni, parchi tematici e centri congressi dal 15; corsi di formazione, sale giochi, centri benessere e piscine al chiuso dal primo luglio.  

red/cb
(Fonte: RaiNews)