fonte pixabay

Coronavirus, Europa tratta per 200 milioni di dosi

La Commissione Europea ha incontrato in un colloquio esplorativo la Johnson & Johnson per assicurarsi 200 milioni di dosi di un potenziale vaccino da distribuire in tutti gli stati membri. Intanto l'Oms calcola che servirebbero 100 mld di dollari per sconfiggere la pandemia

Con oltre 20, 8 milioni di infezioni, con più di 754 mila decessi nel mondo l'Oms, Organizzazione mondiale della sanità, ha provato a fare i conti ed è giunta a stimare che sarebbero necessari ben cento miliardi di dollari a livello mondiale per combattere la pandemia. A dichiararlo giovedì 13 agosto Tedros Adhanom Ghebreyesus, il capo dell'Oms.

A livello europeo invece si fanno i conti sul vaccino. Ieri, 13 agosto, l'Unione europea ha infatti concluso dei colloqui esplorativi con la Johnson & Johnson per assicurarsi 200 milioni di dosi di un potenziale vaccino. Il braccio esecutivo dell'Europa ha detto che questo apre la strada per un dialogo contrattuale e quindi l'acquisto del vaccino a nome di tutti e 27 gli stati europei una volta che sarà dichiarato sicuro ed efficace. La commissione europea ha anche detto che potrebbe assicurarsi una scorta di 200 milioni di dosi di vaccino.

Johnson & Johnson, attraverso la sua società rappresentante belga, la Janssen, ha dichiarato: “Entreremo ora nei negoziati per il contratto con la Commissione europea”, confermando i volumi dell'affare indicati dalla Commissione.
Se riceveremo l'approvazione del nostro vaccino dall'ente regolatore, si prevede che la Commissione faciliterà il processo per la allocazione delle dosi vaccinali tra gli stati membri” conclude in una nota Johnson & Johnson.

“La vita dei nostri cittadini e la nostra economia hanno bisogno di un vaccino sicuro ed efficace contro il coronavirus. L'incontro con J&J ci porta più vicini ad ottenerlo” ha detto la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Red/cb
(Fonte: Reuters)