fonte Pixabay

Coronavirus: inizia lo sbarco dalla Diamond Princess, partito volo per rientro degli italiani

Nella notte di martedì è partito il primo volo con il personale sanitatrio per condurre le attività di screening, i passeggeri sani potranno quindi rientrare in Italia, quelli che risulteranno positivi al test dovranno attendere rispettando le norme di sicurezza.

È partita ieri notte, martedì 18 febbraio, l’operazione dedicata al rimpatrio dei cittadini italiani che si trovano a bordo della Diamond Princess. L’intervento, coordinato dal tavolo del Comitato Operativo della Protezione Civile, è stato possibile grazie alla stretta sinergia tra i Ministeri degli Affari Esteri, della Salute e della Difesa.
 
Un primo volo porterà in Giappone il personale medico e i materiali sanitari, in modo da anticipare le attività di screening in attesa dell’arrivo del Boeing dell’Aeronautica Militare, che effettuerà il trasporto dei viaggiatori della Diamond Princess verso il nostro Paese. La decisione è stata presa nel corso della riunione presieduta dal Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio e del Ministro della Salute, Roberto Speranza.
 
A bordo del volo di rientro, viaggeranno i passeggeri che, successivamente ai controlli sanitari, risulteranno negativi al test del Coronavirus. Ai connazionali che risulteranno positivi agli accertamenti sanitari, sarà garantita la massima assistenza da parte dell’Unità di Crisi della Farnesina e l’Ambasciata italiana in Giappone, in attesa del loro rientro in Italia nel rispetto di tutte le procedure di sicurezza necessarie. Così come disposto dal Ministero della Salute, sentito il Comitato Tecnico Scientifico, per i connazionali che rientreranno in Italia, sarà necessario un ulteriore periodo di quarantena di quattordici giorni.

Intanto oggi, mercoledì 19 febbraio, tutti i passeggeri della nave da crociera ferma in Giappone da 14 giorni, con oltre 540 casi di contagio a bordo, che sono risultati negativi al coronavirus e non manifestano sintomi influenzali hanno iniziato a lasciare la nave. È atteso lo sbarco di circa 500 persone nelle prossime ore. Il ministero della Salute nipponico ha detto che la procedura durerà fino a venerdì, mano a mano che verranno resi noti gli esami dei laboratori. I test medici sono stati condotti su tutti i circa 3.200 passeggeri della Diamond Princess e le persone che sono state in contatto con chi è risultato infetto, anche se risultano negative, dovranno rimanere a bordo per un ulteriore periodo di osservazione. Le autorità sanitarie hanno spiegato che le persone autorizzate a scendere dalla nave potranno tornare a condurre una vita normale, ma saranno contattate dagli ufficiali medici per un periodo breve per un controllo sulle loro condizioni di salute.

Red/cb
(Fonte: DPC, Ansa)