Coronavirus, la situazione mondiale: record di nuovi casi in India

In un solo giorno in India sono stati registrati 76.000 nuovi positivi. Preoccupa la situazione anche in Corea del Sud. In Francia e Germania stretta sull'uso delle mascherine

Secondo la Johns Hopkins University, più di 24 milioni di persone in tutto il mondo sono risultate positive al coronavirus e 15,8 milioni sono guarite. Quasi 826.000 persone sono morte.

L'India ha registrato il più alto numero di casi di coronavirus in 24 ore in un solo Paese: quasi 76.000 positivi, su 924 mila test effettuati ieri. Il totale dei contagiati dall'inizio della pandemia ha superato i 3 milioni 300 mila. Lo comunica il Ministero della Sanità indiano.

La Corea del Sud registra un boom di nuovi casi, avvicinando i massimi degli ultimi sei mesi: si tratta di 441 contagi, di cui 434 di trasmissione domestica, per la prima volta oltre quota 400 dal 7 marzo quando si attestarono a 483. Secondo il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), il totale delle infezioni è salito a 18.706, alimentato dai nuovi focolai delle chiese di Seul. Da oggi l'Assemblea nazionale, il parlamento sudcoreano, è in lockdown dopo il contagio accertato di un giornalista.

"Nuovi piani di lockdown locali o globali sono pronti. Il sistema ospedaliero francese è pronto anche ad una nuova ondata di pazienti, in termini di letti, mascherine, farmaci, rianimatori. Ma il nostro obiettivo è fare di tutto per evitare un nuovo lockdown e un afflusso massiccio di pazienti come quello che abbiamo conosciuto. Quest'obiettivo è alla nostra portata se soltanto saremo tutti mobilitati", lo ha detto il premier francese, Jean Castex, facendo il punto della situazione epidemica nel paese. "Le regione di Marsiglia ma anche Parigi sono classificate fra i dipartimenti di circolazione attiva del virus. Questo comporta delle conseguenze. Il prefetto di Parigi estenderà l'obbligo della mascherina a tutta la capitale", ha aggiunto Castex. Finora l'obbligo della mascherina nelle strade della capitale era stato limitato ai quartieri più affollati, con previsione di multe a 135 euro per chi non osserva l'obbligo.

Stadi vuoti fono alla fine del 2020 e multe per chi viola l'obbligo di indossare la mascherina. Sono due dei provvedimenti che potrebbe presto adottare la Germania, parte di un accordo che il governo centrale sta discutendo con i Laender per una stretta sulle misure di contrasto alla pandemia dal coronavirus, alla luce dell'aumento dei contagi.

Cresce anche a Gaza l'allarme per il coronavirus. In nottata le autorità locali hanno esteso di altre 72 ore il lockdown inziato due giorni prima in tutta la Striscia. Da parte sua il ministero della sanità ha reso noto che da ieri è salito a due il numero dei decessi per coronovirus. Nello stesso lasso di tempo si sono avuti una ventina di contagi. Secondo il ministero della sanità il coronavirus ha fatto ingresso all'interno della Striscia, per la prima volta dall'inizio della pandemia, all'inizio di questo mese. Ma è stato rilevato solo negli ultimi giorni.

La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato 4.711 nuovi casi di coronavirus, toccando così i 975.576 in totale. I morti sono stati invece 121 (16.804 in totale). I guariti salgono a 6.411, per un totale di 792.561. Lo fa sapere il centro nazionali anti-coronavirus, citato dalla Tass.

John Nkengasong dell'Africa Centers for Disease Control and Prevention ha affermato che 23 dei 54 paesi africani hanno segnalato una diminuzione sostenuta dei nuovi casi confermati di coronavirus nelle ultime due settimane.

red/mn

(fonte: ANSA, AL Jazeera)