fonte Archivio sito

Coronavirus, Oms via libera al vaccino AstraZeneca in emergenza

L'approvazione del vaccino rientra negli obiettivi del progetto Covax, iniziativa internazionale che mira alla distribuzione equa dei vaccini a livello globale

È arrivato ieri sera, lunedì 15 febbraio, l'ok dall'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, all'uso in emergenza del vaccino per il coronavirus prodotto da AstraZeneca e Università di Oxford. Il via libera, come spiega la stessa Oms, permetterà una rapida diffusione del vaccino nel mondo, soprattutto nei Paesi sprovvisti ad oggi di vaccini. La diffusione del vaccino AstraZeneca-Oxford avverrà all'interno del progetto Covax, una iniziativa internazionale avviata gli scorsi mesi proprio dall'Organizzazione mondiale della sanità per sostenere la produzione e la nascita di vaccini anti-covid e per garantirne una distribuzione equa in tutti i Paesi del mondo.

L'analisi del vaccino 
Il vaccino di AstraZeneca è stato esaminato l'8 febbraio dallo Strategic Advisory Group of Experts on Immunization (Sage) dell'Oms, un'istituzione che formula raccomandazioni per l'uso dei vaccini nelle popolazioni. "Il Sage ha raccomandato il vaccino per tutti i gruppi di età dai 18 anni in su", precisa la nota dell'Oms. Un'analoga autorizzazione era stata data a gennaio al vaccino Pfizer. "I Paesi che non hanno avuto accesso ai vaccini fino ad oggi, potranno finalmente iniziare a vaccinare i propri operatori sanitari e le popolazioni a rischio, contribuendo all'obiettivo dell'iniziativa Covax", ha dichiarato Mariângela Simão, vicedirettore generale dell'Oms per l'accesso ai farmaci e prodotti sanitari.

Red/cb

(Fonte: Skytg24)