fonte pixabay

Coronavirus, una nuova ordinanza chiude le discoteche

Oltre a chiudere i locali da ballo su tutto il territorio italiano, il ministro della salute ha imposto anche l'uso della mascherina negli orari della movida dalle 18 alle 6. “Non possiamo vanificare i sacrifici fatti, la priorità è riaprire le scuole” ha detto Speranza

Discoteche chiuse fino al 7 settembre e obbligo di mascherina all'aperto nei luoghi pubblici dalle 18 alle 6. Questa le decisione del governo italiano a fronte dell'aumento dei casi di coronavirus nella penisola. La decisione è stat presa ieri, domenica 16 agosto, a seguito di un incontro in videoconferenza tra i ministri Francesco Boccia, Roberto Speranza e Stefano Patuanelli ed i presidenti delle Regioni. Tra i punti all'ordine del giorno è stato imposto uno stop alle deroghe delle regioni. Non potranno andare in ordine sparso sulla riapertura delle discoteche. Inoltre è stato riconosciuto un supporto economico alle attività costrette a fermarsi.

Dopo aver firmato l'ordinanza il ministro della salute Roberto Speranza, ha dichiarato: "Diamo un segnale al paese che bisogna tenere alta l'attenzione". “I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita. - ha spiegato il ministro della salute - Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza.”

Per quanto riguarda gli imprenditori delle discoteche il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, nel corso della riunione con i governatori li avrebbe rassicurati dicendo: "Faremo il possibile per dare un sostegno economico alle attività che avranno delle perdite, trovando delle poste di ristoro specifiche anche nel dl agosto". Ma i gestori non ci stanno e il Silb (sindacato italiano locali da ballo) fa sapere che col nuovo stop per le discoteche "sono a rischio 4 miliardi di euro" di fatturato.

Red/cb
(Fonte: Skytg24)