Fonte Pixabay

Crescono le Bandiere blu in Italia

Sulla penisola sventolano da oggi 201 vessilli. Prima in classifica resta la Liguria con le sue 32 bandiere blu, seconda la Campania e terze a parimerito Toscana e Puglia 

Dall'appuntamento più atteso dalle località sulle coste italiane è emerso un aumento del numero delle bandiere blu in Italia. I lidi dal mare cristallino sono ben 201, contro i 195 del 2020. Crescono anche i porti turistici che da 71 passano a 81. Lieve calo dei laghi. A chiudere la classifica Lombardia e Molise con un vessillo a testa

I primi posti
La ong danese Fee (Foundation for Environmental Education) in questa trentacinquesima edizione torna a incoronare la Liguria come la località col maggior numero di località con il certificato di un mare pulito. Qui sono infatti 32 le località premiate col vessillo della Fee. Segue, con 19 bandiere la Campania che questanno supera e fa retrocedere al terzo posto la Toscana e le sue 17 bandiere blu. A parimeto con la Toscana troviamo la Puglia con tre nuovi ingressi e un'uscita. Scendono invece i premi dedicati ai laghi che scendo a 16 con due uscite dalla classifica. 

I criteri di voto
I criteri di assegnazione ovviamente interessano il mare che deve essere risultato “eccellente” negli ultimi quattro anni, ma fra i 32 criteri di valutazione per questo "sigillo di qualità" assegnato da una Giuria nazionale di cui fanno parte anche i ministeri della Transizione ecologica, delle Politiche agricole e del Turismo, ci sono anche strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata, educazione ambientale. E ancora efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria, raccolta differenziata, vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi.

Metà e fine classifica
Nella classifica dopo la Puglia ci sono le Marche che salgono a 16 bandiere blu (un nuovo ingresso), la Calabria va a quota 15 (due nuovi ingressi e un'uscita) mentre la Sardegna riconferma 14 località (con un nuovo ingresso e un'uscita). L'Abruzzo sale a 13 (tre nuovi ingressi), il Lazio arriva a 11 (con due nuovi Comuni). Rimangono invariate le 10 bandiere del Trentino Alto Adige, a 10 sale la Sicilia con due new entry, sono confermate le 9 Bandiere del Veneto, così come le 7 località dell'Emilia Romagna. La Basilicata conferma le sue 5 località; si registrano due uscite in Piemonte che ottiene 2 Bandiere; il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 dell'anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera, anche la Lombardia conferma 1 Bandiera blu.

red/cb
(Fonte: Ansa)