Il balcone crollato (foto: ANSA)

Crolla balcone durante festa patrono: tre morti e sei feriti

Centinaia di persone hanno assistito all'incidente, fra panico e sgomento. La causa del cedimento sarebbe il troppo carico e l'età dell'edificio

Doveva essere una domenica di festa. Ma la storica processione di Portici, nel napoletano, si è trasformata in tragedia. Tre persone sono morte e almeno sei sono rimaste ferite per il crollo, improvviso, di un balcone. Forse per il troppo peso - erano in tanti a voler vedere la processione dall'alto - sicuramente per l'età avanzata dell'edificio, il poggiolo è crollato di colpo sulla strada sottostante, dove era in corso la festa di San Ciro, patrono della città. La ringhera è rimasta ancorata alla parete della casa, mentre il fondo del balcone è completamente sparito. I calcinacci sono caduti sulla gente, mentre la processione era quasi giunta nella Basilica. L'incidente è avvenuto alle 21.00, in corso Garibaldi, davanti a centinaia di persone.
Fra il panico generale, si è pensato inizialmente ad una sparatoria, sono intervenute le forze dell'ordine e la polizia Municipale, per fare spazio alle ambulanze del 118. Non c'è stato nulla da fare per due donne (Maria Vela, di 67 anni, e di Concetta Evangelista di 65 anni) e un uomo di 65 anni. Altre sei persone sono state trasferite d'urgenza all'ospedale. Il cardinale Crescenzio Sepe, saputo dell'incidente, si recato a piedi sul luogo della tragedia accompagnato da un cordone di dodici agenti di polizia.

red/wm