Fonte immagine: sito web Dipartimento della Protezione Civile

Da domani torna il maltempo sull'Italia, allerta in Toscana

Neve, temporali, freddo, venti forti e possibili mareggiate. Un bollettino tutto invernale che interesserà la giornata di domani e che ha fatto scattare per ora l'allerta in Toscana

Da domani si attende l'arrivo sull'Italia di un'ondata di maltempo che porterà nuovamente freddo, neve e abbondanti precipitazioni.
Le previsioni meteo pubblicate sul sito del Dipartimento della Protezione Civile sono eloquenti, solo a guardare la mappa, circa l'intensità attesa dalla perturbazione in arrivo.
Si prevedono precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria di Levante, alta Toscana, Emilia-Romagna occidentale con quantitativi cumulati elevati; da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone di Toscana, Liguria ed Emilia-Romagna, sui settori meridionali di Piemonte, Lombardia e Veneto, sul Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati generalmente moderati; sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del Nord, Umbria, Marche, Lazio, Sardegna, settori occidentali di Abruzzo e Molise, Campania, Basilicata tirrenica, Calabria centro-settentrionale e Sicilia occidentale, con quantitativi cumulati da deboli a localmente moderati.

Le nevicate cadranno abbondanti in diverse zone del centro nord. Il Dipartimento prevede nevicate in abbassamento fino a quote di pianura su Emilia-Romagna, settori meridionali di Piemonte e Lombardia, entroterra ligure e Toscana settentrionale ed orientale con apporti al suolo da moderati a localmente elevati sui rilievi; in abbassamento fino a quote collinari sul resto del nord, restanti zone della Toscana, Umbria e Marche con apporti al suolo da deboli a localmente moderati; apporti deboli cadranno invece sull'intero arco alpino.

Le temperature saranno in sensibile diminuzione su Sardegna e regioni settentrionali, a cui si aggiungeranno venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali al Nord e sulla Toscana con ulteriori rinforzi sul Golfo di Trieste, Appennino settentrionale e Liguria; dai quadranti occidentali o meridionali su Sardegna, Sicilia e restanti regioni centro-meridionali peninsulari, con ulteriori rinforzi su Sardegna, Sicilia e basso versante tirrenico. Si attendono raffiche durante i temporali. Anche la situazione dei mari si prevede preoccupante: saranno agitati o molto agitati tutti i bacini, grosso il Mar di Sardegna.

La Regione Toscana ha già emesso un'allerta meteo di criticità moderata valida dalle ore 19.00 di domani, sabato 2 febbraio, fino alle ore 18.00 di domenica. Questi i fenomeni previsti e le relative zone di allerta:
NEVE - l'allerta si conclude alle ore 12.00 di domenica. Dalla sera di sabato nevicate fino a 400-600 metri sulla Toscana nord-occidentale (in particolare alta Lunigiana e Garfagnana), fino a 400-500 metri (localmente 300 metri in occasione delle precipitazioni più intense) sull'Appennino pistoiese, in Val di Sieve, nel Mugello, in Casentino, Val di Chiana, alta Val Tiberina e nevicate fino al fondovalle dell'alto Mugello e del Casentino. Nel corso della mattina di domenica graduale attenuazione dei fenomeni.
MARE AGITATO - Interessate le isole dell'Arcipelago, inizialmente a nord dell'Elba e successivamente, nella giornata di domenica, anche a sud dell'isola. Nella seconda parte di domenica graduale attenuazione del moto ondoso a partire dai settori settentrionali.
VENTO FORTE - raffiche di vento forte da nord-est fino a 100-120 km/h inizialmente sul nord della regione (Versilia, pianure settentrionali, pisano, livornese, Arcipelago); domenica attenuazione dei venti sul nord-ovest ed intensificazione sulle restanti zone.



Redazione/sm
Fonti: sito web DPC, Regione Toscana