"Dal cielo alla terra", mostra
sulla storia della sismologia

A Firenze fino al 31 maggio, corredata da un ciclo di 18 conferenze

E' cominciata il 17 gennaio scorso e proseguirà fino al 31 maggio, nella splendida cornice della Galleria delle Carrozze del Palazzo Medici Riccardi di Firenze. la mostra sulla storia della sismologia intitolata "Dal cielo alla terra". L'evento, patrocinato dall'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, dal Senato della Repubblica, dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, dal Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione applicate all'Agricoltura del Comune di Firenze, dalla Provincia di Firenze, dalla Regione Toscana e dall'Università di Firenze, si sviluppa attraverso un percorso cronologico che vede insieme strumenti della meteorologia, della sismologia e, in alcuni casi, anche del geomagnetismo.

All'interno della mostra, nella quale sono esposti oltre 140 strumenti, dagli esili termometri della meteorologia ad alcuni strumenti sismici di oltre 1.000 kg di massa e a un aereo meteorologico, sono ricostruiti anche ambienti di osservazione, dai gabinetti meteorologico-sismologici ottocenteschi alla sala sismica di oggi, e gli strumenti sono descritti da animazioni multimediali appositamente realizzate dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV.

A corredo delll'esposizione è stato inoltre organizzato un ciclo di 18 conferenze, la prima dellle quali - intitolata "L'Aquila 2009 e Modena 2012: terremoti 2.0" - si terrà quest'oggi. L'incontro, curato da Alessandro Amato dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, tratterà degli aspetti scientifici, umani e sociali dei terremoti, con una particolare attenzione alla comunicazione della scienza e del rischio, dai media tradizionali ai social network. Inoltre, alla luce delle vicende aquilane e del processo che ne è seguito (Commissione grandi rischi ndr), si rifletterà sul rapporto tra scienza e società e sul ruolo pubblico dei ricercatori. Maggiori informazioni sulle conferenze e la mostra sono disponibili nel sito www.dalcieloallaterra.it.

Red - ev