Della Valle apre nuovo stabilimento ad Arquata: progetto da 5 milioni

Nuovi cento posti di lavoro e un investimento da 5 milioni di euro. Della Valle ha mantenuto la promessa (e invita altri imprenditori “a fare altrettanto”). E così Tod's “investe” sui territori colpiti dal terremoto

Cinque milioni di euro di investimento complessivo, un centinaio di persone assunte a fine progetto, uno stabilimento di 2 mila metri quadri su terreno di cinquemila. Sono i numeri dell'operazione che il gruppo Tod's mette sul tavolo in aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto.
Di fatto si tratta di nuovo lavoro, sostenuto soprattutto per restituire speranza ai giovani e per lanciare un messaggio di fiducia. Un primo nucleo selezionato inizierà a gennaio un corso di formazione a Comunanza, una delle fabbriche del gruppo dove si realizzano calzature. "Per le nostre zone terremotate ci sarà una prospettiva di lavoro seria" ha assicurato Diego Della Valle, che ieri ha consegnato i rendering dello stabilimento nel quartier generale di Sant'Elpidio, in provincia di Fermo, al sindaco di Arquata del Tronto, Stefano Petrucci.
L'imprenditore ha detto che "la solidarietà nel nostro paese funziona". E ha lanciato un appello affinché "altri imprenditori facciano altrettanto. Ci vogliono una decina di imprenditori seri. Sono amico di tanti e conosco la generosità che li contraddistingue. In tanti mi hanno chiamato per chiedere che cosa possono fare". E quello che si può fare, ha detto, è "portare lavoro, perché è la prima cosa per la dignità dell'individuo".
"Noi siamo contenti di potere fare qualcosa per il nostro territorio e per l'Italia. Ci dà la soddisfazione maggiore” ha detto il numero uno del gruppo marchigiano. “Dimostra che le aziende oggi non possono essere considerate di successo solo se fanno utili, perché l'ultimo miglio è restituire un pezzo alla comunità che ci circonda. Se riuscissimo a fare partire una macchina, tracciando con il compasso gruppi di riferimento intorno ad alcune aree, credo che potremmo considerarci fautori di una finanziaria vera, dove nessuno fa il furbo e le cose accadono in tempo reale".

red/gt