Disservizi causa neve:
Risarcisca anche Trenitalia

Adiconsum chiede a Trenitalia di risarcire i passeggeri per i disagi subiti, come farà Autostrade per l'Italia. L'associazione richiederà anche l'istituzione di un'Authority per i trasporti.

In seguito ai grossi disagi patiti dagli automobilisti a causa del maltempo nel weekend prima di Natale, Adiconsum (associazione difesa consumatori ambiente) chiede che anche Trenitalia smetta di fare  "orecchie da mercante" e risarcisca i passeggeri. Autostrade per l'Italia risarcirà gli automobilisti restituendo il pedaggio autostradale ed erogando un indennizzo dai 100 ai 300 euro agli automobilisti costretti all'addiaccio per la neve: Adiconsum chiede quindi la restituzione del costo del biglietto ferroviario ed un'indennità per tutti i passeggeri sia del trasporto nazionale che regionale, costretti a subire le inefficienze delle ferrovie. Se questo non avverrà, si dice pronta a richiedere l'intervento dell'Antitrust e ad attivare la Legge Brunetta per diffidare le amministrazioni regionali, Trenitalia e Ferrovie dello Stato a tutela dei consumatori, che secondo Pietro Giordano di Adiconsum hanno diritto a risarcimenti anche da parte di Anas ed amministrazioni locali. "I cittadini - ha spiegato- anche se non hanno pagato pedaggi, pagano le tasse ed hanno subìto disagi pesanti sulle strade comunali, provinciali e regionali in molte città del Paese, ad iniziare da Firenze".

Adiconsum vuole inoltre richiedere al Governo ed ai gruppi parlamentari, l'istituzione di un'Authority a garanzia dei diritti dei consumatori.
Giordano aggiunge: "è vergognoso per un Paese civile, anche perché in Italia non esiste una Authority per i trasporti che prevenga e persegua le inefficienze del nostro sistema trasporti"
.

Adiconsum ricorda che per l'indennizzo concordato con Autostrade ha messo a disposizione dei consumatori un numero verde: 800 592029 attivo dalle ore 10.00 alle ore 17.00 dal lunedì al venerdì, e un indirizzo mail: informazioni@adiconsum.it.



Julia Gelodi