(fonte foto: proteiozne civile Rieti)

Droni: Enac modifica il regolamento. Soddisfatti gli stakeholder

Il primo "Forum Permanente delle Associazioni di droni" ha dato buoni frutti: un confronto molto positivo tra le Associazioni di droni civili ed ENAC, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, che si è impegnata a completare il processo di emissione del nuovo Regolamento per il volo dei Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) entro il 20 aprile

Accolte le richieste di chiarimento e precisazione della normativa per le operazioni di volo dei Sapr (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto),  cioè dei droni, inoltrate dalle quattro Associazioni di settore (Assorpas, UASIt, FIAPR e AIDroni), riunite per la prima volta insieme.
Lo scorso venerdì 20 marzo gli operatori del comparto dei droni per uso civile, i costruttori, le società di servizi, i piloti, le scuole di volo e gli utilizzatori professionali, si sono incontrati a Milano con le relative Associazioni per confrontarsi con ENAC - l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, al fine di tracciare una Road Map  che sblocchi il settore, mettendolo nelle condizioni di poter competere con il resto d'Europa e nel mondo. Per le circa 500 aziende italiane, tra cui molte startup composte da giovani, la posta in gioco è altissima: il rischio di interrompere le attività con la perdita degli investimenti fatti, è molto serio.
Venerdì scorso infatti si è tenuto a Milano il Forum Permanente delle Associazioni di droni,  organizzato da Dronitaly (la fiera di settore degli Unmanned Vehicle System, i sistemi a pilotaggio remoto professionali aerei, acquatici o terrestri) e promosso dalle Associazioni di settore che ha visto la partecipazione dei presidenti delle stesse e di Alessandro Cardi, Direttore centrale Regolazione Tecnica di ENAC ha annunciato  l'emissione della bozza del nuovo Regolamento.

"L'incontro - spiega Dronitaly -  è stato l'occasione per suggellare l'evoluzione della regolamentazione vigente, azione necessaria e non più procrastinabile, ai fini di accompagnare al meglio un'industria e un mercato con enormi margini di crescita, come quello dei servizi effettuati dai droni, fino a oggi ancora semi-paralizzato da una normativa difficoltosa, ispirata alle norme dell'aviazione generale"

"Sarà consentito il sorvolo di aree critiche, anche urbane, tramite standard sicurezza valutabili - ha dichiarato Alessandro Cardi, direttore Regolazione Tecnica ENAC, al termine del  Forum - Tra le novità: piloti con attestato o licenza di volo, operazioni coordinate nei CTR, flessibilità delle visite mediche, rapidità procedure accreditamento ENAC, syllabus standardizzato per le scuole di volo".

"Il nuovo Regolamento verrà emesso attraverso una road map basata su una fase consultiva con tutti i player del comparto che si concluderà il 20 aprile, - prosegue Cardi - Dopo la ricezione dei commenti degli operatori, il nuovo Regolamento sarà pienamente operativo entro poco tempo. Il Forum è stata un'ottima occasione per un confronto ampio e approfondito, da cui sono emersi ulteriori stimoli e idee per rendere la normativa dei Sapr ancora più adeguata per tutelare la sicurezza dei cittadini e, insieme, la necessità degli operatori di lavorare con regole certe e ulteriormente semplificate".
Molto soddisfatte anche le Associazioni di droni italiani per la compattezza e la collegialità dimostrate durante l'evento, che sarà ripetuto periodicamente in modo da affrontare con tempestività le criticità del comparto.

red/pc


(fonte: Dronitaly)