Edilizia scolastica: verso scuole più sicure. Sbloccati 2,7 mld di euro

In arrivo risorse per 2,7 miliardi di euro per la sicurezza sismica ed efficientamento degli edifici scolastici e stabiliti i criteri per la nuova programmazione triennale (2018/2020) per l'edilizia scolastica. Annunciato un programma per la formazione sulla sicurezza in raccordo con la Protezione civile e l'INGV

Siglato mercoledì 22 novembre, dalla ministra Valeria Fedeli, in occasione della celebrazione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, un decreto di autorizzazione di 1.058 milioni di euro ai Comuni per l'adeguamento sismico delle scuole e un Protocollo di di disponibilità al finanziamento con la Bei (Banca europea per gli investimenti) e la Cassa depositi e prestiti che dà avvio alla programmazione 2018-2020 per 1,7 miliardi (di cui 400 mln residui della precedente).
E ieri in Conferenza Unificata è arrivato i via libera al decreto con i criteri per la nuova programmazione triennale (2018/2020) per l'edilizia scolastica, che riguarda interventi di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici. Sono stati concordati anche meccanismi per favorire l'assegnazione delle risorse con tempi sempre più celeri da parte del Ministero". Il decreto prevede, in particolare, che le Regioni, nella definizione dei loro piani regionali diano priorità a:
- interventi di adeguamento sismico, o di nuova costruzione per sostituzione degli edifici esistenti nel caso in cui l'adeguamento sismico non sia conveniente;
- interventi finalizzati all'ottenimento del certificato di agibilità delle strutture;
- interventi per l'adeguamento dell'edificio scolastico alla normativa antincendio previa verifica statica e dinamica dell'edificio;
- ampliamenti e/o nuove costruzioni per soddisfare specifiche esigenze scolastiche.


In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole (che si è svolta il 22 novembre con eventi anche ieri 23 novembre), a Roma è stata inaugurata la mostra dei 51 progetti vincitori del concorso Scuole Innovative previsto dalla Buona scuola che ha visto la presentazione di 1.238 progetti totali: scuole all'avanguardia, sostenibili e a misura di studente, efficienti dal punto di vista architettonico e energetico. Nel corso della mattinata a Roma è stato anche annunciato che il progetto di scuola nato dalle idee dei ragazzi e reso realizzabile grazie al contributo dell'architetto Mario Cucinella sarà realizzato nella zona di Macerata. La Ministra ha infine annunciato un programma per la formazione sulla sicurezza in raccordo con la Protezione civile e l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.
red/pc

(fonte:MIUR)