Emergency, un ospedale intitolato a Valeria Solesin

Lo ha annunciato Cecilia Strada, presidente dell'associazione: il nuovo Centro di Maternità di Anabah, in Afghanistan, sarà dedicato alla memoria di Valeria Solesin, la volontaria italiana uccisa a Parigi il 13 novembre

Il nuovo ospedale che sta sorgendo ad Anabah, in Afghanistan, e che si occuperà di dare cure e diritti a mamme e bambini, sarà intitolato alla memoria di Valeria Solesin, la giovane studentessa italiana rimasta uccisa nella strage di Parigi del 13 novembre scorso. Il nuovo Centro di Maternità è una struttura che darà lavoro solo a donne, in un Paese in cui la mortalità infantile è ancora altissima, 115 volte maggiore rispetto a quella italiana. In accordo con la famiglia di Valeria, il centro porterà dunque il nome della volontaria coinvolta nella sparatoria del Bataclan. Così la ricorda Cecilia Strada, presidente di Emergency, associazione non governativa da sempre impegnata nella cura e nella tutela delle vittime delle guerre, della povertà e delle ingiustizie: "E' stata una nostra assidua volontaria: a Venezia prima e a Trento poi. I volontari del gruppo di cui ha fatto parte la ricordano come una ragazza davvero in gamba, appassionata, solare, studiosa, sveglia. Una gran bella persona".

red/lg