Esodo natalizio: bambini
a rischio sulle strade

'Bollino rosso' per il traffico di questi giorni di vacanza, ed è allarme sicurezza bambini, secondo Carmelo Lentino, portavoce di "BastaUnAttimo", campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera

"Durante l'esodo natalizio e di fine anno si registra un incremento dell'incidentalità stradale. Proprio in questa situazione, tutti gli utenti della strada devono alzare il livello di guardia. Dobbiamo evitare che accadano tragedie. Le strade in queste festività non possono essere bagnate dal sangue".
Ad affermarlo è Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani.
"Le cause più frequenti di incidenti - ha spiegato Lentino - sono la poca attenzione, il non rispetto della segnaletica stradale e le condizioni meteo non ideali che, soprattutto in questa parte dell'anno, rendono le nostre strade molto pericolose. Nel 2010 nella sola giornata di Natale abbiamo avuto 9 morti. La prevenzione è essenziale. Un'attenzione particolare occorre darla anche ai bambini perché ad oggi solo 4 su 10 viaggia su auto provviste di idonei sistemi di sicurezza".

"In questi giorni - ha aggiunto il portavoce di BastaUnAttimo - sulla rete stradale italiana si muoveranno milioni di italiani. I consigli che vorremmo dare sono quelli di controllare le condizioni della propria auto prima di mettersi in viaggio, utilizzare sempre le cinture di sicurezza, rispettare la segnaletica verticale e orizzontale, evitare l'utilizzo del telefono mentre si guida, mantenere le distanze di sicurezza e soprattutto avere molta prudenza". "Non posso non fare un appello conclusivo - termina Lentino - per evitare gli episodi di pirateria stradale ed omissione di soccorso. Anche ieri un ragazzo di 25 anni, mentre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali vicino Roma, è stato travolto da un auto e attualmente versa in gravissime condizioni. Dobbiamo risvegliare la coscienza civica di questo Paese, perché con un tempestivo soccorso molte vite potrebbero essere salvate".


red/pc



fonte: Ufficio Stampa BastaUnAttimo