''Esplorando la Terra'', una mostra dell'INGV al Festival della Scienza di Genova

Al Festival della Scienza di Genova, che si terrà dal 23 ottobre al 3 novembre, sarà presente anche l'INGV con la mostra "Esplorando la Terra: viaggio dal nucleo alla superficie"

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia parteciperà con la mostra "Esplorando la Terra: viaggio dal nucleo alla superficie" al Festival della Scienza di Genova in programma dal 23 ottobre al 3 novembre nel capoluogo ligure. La mostra sarà visitabile presso Palazzo Grimaldi della Meridiana - Salita di San Francesco.

Il Festival, punto di riferimento per la divulgazione della scienza a livello internazionale, è un'occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie. Negli 11 giorni di manifestazione saranno molteplici gli incontri, i laboratori, gli spettacoli e le conferenze che le faranno da protagonisti per raccontare la scienza in modo innovativo e coinvolgente, con eventi interattivi e trasversali.

La mostra "Esplorando la Terra" dell'INGV svela i segreti nascosti nel cuore del Pianeta, ricostruiti attraverso processi deduttivi e metodologie di studio indirette, utilizzando anche spettacolari ricostruzioni e immagini 3D dell'interno della Terra e dei complessi processi che nel suo interno hanno inizio: la tettonica delle placche, i meccanismi che ne sono origine e i principali fenomeni che ne derivano, ed il geomagnetismo, per comprendere il delicato equilibrio alla base della vita sul nostro Pianeta. All'interno della Terra hanno infatti origine molte delle straordinarie forze che contribuiscono a rendere il nostro pianeta unico, vivo e vitale, ed è questo spettacolo che vuole essere mostrato ai visitatori.

Tra gli exhibit verranno presentati i PODCAST sui vulcani italiani. Attraverso gli audio si racconterà come nasce un vulcano, cioè la storia geologica, la storia eruttiva, i prodotti delle eruzioni, il monitoraggio per i vulcani attivi, la possibilità di riattivazione futura, la descrizione di strutture vulcaniche riconoscibili, come ad esempio resti di fumarole o antichi crateri, e i possibili sfruttamenti geotermici. I Podcast sui vulcani sono stati realizzati in collaborazione con Italian Podcast Network (IPN).


Redazione/sm

(fonte: INGV)