Festival della protezione civile ''Italia Resiliente'': fervono i preparativi

Un ambizioso e variegato programma caratterizzerà l'edizione 2014 del Festival della Protezione civile (#fpc),  manifestazione diffusa che si svolgerà in diverse località della Versilia dal 2 al 5 ottobre. Sotto il segno dell'"Italia resiliente", dibattiti, confronti, giochi, dimostrazioni, musica, premi, storie di vita e tanto altro

Procedono con entusiasmo i lavori in preparazione del  Festival della Protezione Civile che si svolgerà in Versilia dal 2 al 5 ottobre prossimi: il festival sarà  un punto di riferimento, d'incontro e informativo, un luogo di formazione, di scambio e propulsore di idee e attività per tutto ciò che gravita attorno al mondo della protezione civile. E l'Italia resiliente sarà il cuore di ogni evento proposto

La manifestazione si articolerà in diversi eventi che si terranno a Massa, a Torre dl Lago, a Lido di Camaiore, a Camaiore, a Montignoso, Viareggio e  Seravezza ed  pensata in modo da costituire:

- un momento di collaborazione tra gli attori principali del sistema di Protezione civile, gli enti, le scuole, le forze dell'ordine, i cittadini e i volontari;
- un punto di riferimento per le associazioni di volontariato e per i rapporti tra queste e le istituzioni presenti sul territorio;
- un punto informativo, in cui sarà possibile accedere alle informazioni in modo semplice;
- un punto d'incontro per favorire la socializzazione tra gli individui e le attività ludico-didattiche per i più piccoli;
- un luogo di formazione riservata agli operatori;
- un centro propulsore per idee ed attività, un grande laboratorio che si riconosce nell'operato del Dipartimento della Protezione Civile;
- un luogo di scambio di esperienze;
- uno spazio privilegiato per le amministrazioni per la discussione e il confronto, per la comunicazione e la promozione di attività e - iniziative legate al tema della cultura civica partecipata;

- un modello che aspira a diffondere una pratica sociale in grado di stimolare nella collettività una maggiore sensibilità nei confronti della cura delle persone e del territorio
.

Per 3 giorni quindi in Versilia si alterneranno  amministratori, scienziati, psicologi, comunicatori, operatori di Protezione Civile e personaggi dello spettacolo che collaboreranno assieme per divulgare la cultura della sicurezza territoriale, della prevenzione e della mitigazione dei rischi.  Novità dell'edizione 2014 del Festival sarà la sinergia di organizzazione e proposte di contenuti con il nostro quotidiano,  fra le iniziative che il Il Giornale della Protezione Civile.it  porterà al festival il contest "Parole Volontarie", che sta raccogliendo storie e racconti da volontari di tutta Italia, racconti che verranno selezionati da una apposita giuria e i primi tre classificati verranno presentati al festival insieme a quello più votato dal pubblico.
E l'ultimo giorno, domenica 5 ottobre il festival si chiuderà con la "Festa del volontario. Vedere e vivere il mondo della protezione civile": all’interno di un contesto naturale caratterizzato da specchi d’acqua e dal verde del Parco Pucciniano, la festa sarà un momento di adesione e di pieno coinvolgimento rivolto alla comunità - cittadini, volontari e le loro famiglie – in cui verranno proposte iniziative che promuovono la comunicazione e l’intrattenimento, secondo i principi motore dell’iniziativa.

Sono davvero tante le iniziative che il festival propone e che sta mettendo a punto,  e nelle prossime settimane daremo conto ai nostri lettori di tutte gli aggiornamenti. A questo link il programma: http://www.festivalprotezionecivile.it/
Il festival è patrocinato da: Dipartimento nazionale della Protezione civile, Regione Toscana, province di Lucca e Massa Carrara, comuni di Massa, Montignoso, Viareggio e Camaiore, Cesvot e Rotary di Massa Carrara.

red/pc