(fonte foto: dailymail.co.uk)

Filippine: la ProCiv Toscana invia
medicinali. La Provincia di
Bolzano stanzia 300mila euro

Anche se è quasi scomparsa da TV e giornali, la catastrofe che ha devastato le Filippine è e rimarrà per molti anni una tragedia di incalcolabili dimensioni. Intanto la ProCiv Toscana ha predisposto un invio di medicinali e continua la raccolta fondi di enti e associazioni

E' partito nella serata di ieri, mercoledì 3 dicembre, la spedizione dei medicinali per l'emergenza Filippine curata dal Comitato Operativo Regionale del Volontariato di Protezione Civile della Regione Toscana.
"Il carico - ha reso noto Antonino Mario Melara, responsabile  ProCiv Regione Toscana - arriverà questa mattina alla base logistica delle Nazioni Unite di Brindisi, presso l'aeroporto militare Pierozzi di Casale, dove sarà preso in consegna dal personale del World Food Programme (UNHRD) in attesa del prossimo trasporto nelle Filippine, previsto per prima di Natale. Su espressa richiesta del Consolato onorario della Repubblica delle Filippine di Firenze il materiale è stato destinato al ministro della salute filippino Enrique T. Ona".

Nel frattempo anche la Provincia autonoma di Bolzano ha stanziato un primo contributo di 100mila euro destinato alla Caritas, grazie al quale sarà possibile offrire aiuto a circa 275.000 persone residenti nelle isole di Panay, Palawan, Cebu e Samar-Leyte. Inoltre l'esecutivo ha deciso di stanziare ulteriori 200mila euro per far fronte alle prime opere di ricostruzione delle strutture rimaste danneggiate, ed in particolare per la ricostruzione della clinica pediatrica e di un orfanotrofio. Parte della somma sarà destinata anche al sostegno  dell'organizzazione "Fair Trade Foundation Panay" che opera sull'isola filippina di Panay colpita dal tifone. L'Alto Adige, è presente da tempo nelle Filippine grazie al missionario Luis Kerschbaumer e alla fondazione Josef Sullmann, che si occupano principalmente di aiutare i bambini in difficoltà.

Le Filippine sono molto lontane da noi e gli echi della tragedia, dopo un primo momento di generale grande sgomento e attenzione si stanno smorzando. I numeri da soli non sono certo sufficient a farsi un'idea realistica del dramma, ma possono contribuire per darne un quadro di massima: il tifone Haiyan ha causato 5.719 vittime,  1779 dispersi e 26.233 feriti e ha distrutto  1.210.179 case in 44 province, devastando 57 città. Oggi sono più di 4.000.000 gli sfollati in 433 centri di accoglienza con danni stimati per oltre 580 milioni di euro.

Ricordiamo che anche noi come singoli cittadini possiamo concretamente aiutare le associazioni  che  stanno  portartando aiuti e soccorso alla popolazione stremata. Di seguito alcuni link con le modalità per contribuire:

Croce Rossa
Programma Alimentare Mondiale (PAM)
Unicef
Medici Senza Frontiere
Caritas

red/pc