Fonte Kids Bit

Fiori digitali e realtà aumentata: a Perugia il Kids Bit festival

La nuova edizione del Festival Europeo della creatività digitale è interamente dedicata all'educazione ambientale

“Il mondo è la nostra casa” lo hanno urlato le nuove generazioni per le piazze insieme all'attivista Greta Thumberg. E proprio ai bambini è dedicato il festival “Kids Bit”, il Festival Europeo della creatività digitale, giunto alla sua IV edizione, che si terrà oggi, sabato 8 giugno, e domani, domenica 9 giugno nel centro storico di Perugia. L’evento per piccoli esploratori digitali, ideato da Densa cooperativa sociale e Antica Proietteria, infatti sarà dedicato quest’anno all’educazione ambientale per stimolare la riflessione sull’importanza che hanno i piccoli gesti di ognuno per il delicato ecosistema che ci circonda. Al festival tra installazioni, laboratori, giochi e spettacoli, infatti si parlerà di sostenibilità e dello stato di salute del nostro Pianeta.

Due le sedi nelle quali si svolgeranno le attività in programma, Centro Camerale Galeazzo Alessi e nella Galleria Nazionale dell’Umbria. In quest'ultima sarà allestito un spazio che metterà in relazione bolle di sapone, ambiente e tecnologia con laboratori digitali ispirati alla mostra “Bolle di sapone. Forme dell’utopia tra vanitas, arte e scienza”, in cui i bambini dai 5 ai 14 anni vivranno quattro esperienze per riflettere sulla sostenibilità, giocando con Robot programmabili, Automi e Sensori.

Tra le tante le attività in programma: i piccoli e grandi partecipanti, grazie all’artista canadese Maotik, potranno far sbocciare dei bellissimi fiori digitali, generando un accompagnamento musicale sempre diverso e, giocando nella Magic Forest creata dal tedesco Bejamin Rabe, saranno invece proiettati in una foresta che reagirà ai loro gesti di cura.

E ancora guidati dal geologo di INGV, Valerio Lombardo, sarà possibile fare un viaggio all’interno del cratere di un vulcano grazie a dei visori per la realtà aumentata.

Ma il festival ha pensato anche ai grandi: Antonio Brunori, Segretario Generale PEFC Italia, nello spettacolo di colori e suoni “Tree Talks” racconterà il suo lavoro di dottore Forestale e di come la tecnologia ci può aiutare a parlare con gli alberi, mentre David Grohmann, del collettivo Becoming X, darà vita ad una foresta disegnata in live e proiettata su grandi dimensioni. E ancora Carlo Alberto Brunori, geologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), curerà una conferenza-spettacolo dal titolo “There is Not Planet B” per condurre il pubblico alla scoperta delle relazioni di causa-effetto tra il fenomeno del riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai.

Per maggiori info clicca qui

Red/cb