"Fiumi d'Italia"
WWF in convegno a Roma

E' in programma per il prossimo 27 gennaio a Roma il convegno del WWF Italia "Fiumi d'Italia - dal dissesto idrogeologico alla gestione responsabile dei bacini idrografici"

Il prossimo 27 gennaio presso Palazzo Valentini, a Roma il WWF presenterà i risultati del censimento effettuato a Maggio 2010 durante l'operazione "Liberafiumi" a cui hanno partecipato oltre oltre 600 volontari. La realtà emersa dal censimento non è rosea e molti sono i mali che affliggono i nostri fiumi. Dal dissesto idrogeologico agli interventi di canalizzazione e artificializzazione degli alvei, dall'urbanizzazione delle aree naturali di esondazione alla scarsa qualità delle acque fino alla progressiva e drammatica perdita di biodiversità, la situazione è allarmante. Secondo il WWF è indifferibile: "un impegno più deciso di tutte le istituzioni per garantire e/o raggiungere il 'buono stato ecologico' degli ecosistemi d'acqua dolce entro il 2015, come previsto dalla Direttiva Quadro Acque 2000/60/CE". A questo scopo verranno rese note una serie di proposte per la riqualificazione fluviale, da portare avanti anche attraverso la collaborazione tra ambientalisti e pescatori, accordi e contratti di fiume.

La cattiva condizione delle acque fluviali sta infatti portando all'estinzione di molte specie di pesci e mette a serio rischio la biodiversità. Durante l'incontro si cercherà di dare una panoramica, oltre che sulla condizione dei fiumi italiani, anche su possibili interventi per la corretta gestione dei fiumi e del relativo rischio idraulico. In particolare verrà approfondita la situazione di Lombardia, Campania, Lazio e Sicilia con esempi di rinaturazione e valorizzazione fluviale già in atto e i dati aggiornati sulla situazione dei pesci di acqua dolce. Il convegno ha il patrocinio della Provincia di Roma.



Julia Gelodi