Franco Gabrielli inaugurerà la
4° edizione di Civil Protect

Aprirà i battenti fra un paio di giorni a Bolzano CIVIL PROTECT 2013, fiera specializzata in Protezione civile, antincendio ed emergenza e  il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli sarà presente alla giornata inaugurale

Sarà il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Prefetto Franco Gabrielli ad aprire ufficialmente la quarta edizione di Civile Protect, fiera specializzata dedicata al mondo della protezione civile, antincendio, emergenza, in programma a Bolzano da venerdì 22 a domenica 24 marzo 2013.
Il Capo Dipartimento inaugurerà la manifestazione nel giorno di apertura, venerdì 22 e farà presumibilmente il consueto giro fra gli stand dove il variegato mondo della Protezione civile - amministrazioni locali, istituzioni, associazioni, aziende, volontari, stampa di settore, corpi di soccorso,  gruppi comunali, insomma  tutti coloro che gravitano intorno al mondo dell'emergenza - per tre giorni avranno l'occasione di farsi conoscere e di mostrare agli addetti ai lavori e ai semplici cittadini cosa ci sta dietro alle 'macchine dei soccorsi' e che prospettive ci sono sia in termini di nuove tecnologie sia di presenza e intervento sul territorio.

Sin dalla prima giornata inoltre  Civil Protect sarà densa di interessanti appuntamenti e si aprirà con il convegno internazionale organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con i partner della manifestazione. Il primo modulo del covegno, intitolato "Comunicazione del rischio e comunicazione nella crisi" a cura della Ripartizione Protezione antincendi e civile della Provincia Autonoma di Bolzano tratterà del servizio stampa e dei  media in situazioni di crisi con gli interventi di  Peter Obermüller, giornalista di radio Ö3 di Salisburgo  e di Christoph Oberhollenzer, Direttore scuola provinciale antincendi dell'Alto Adige, che parlerà della nuova rete digitale di allertamento.

Verrà inoltre presentato il sito  www.tetra.sudtirolo e verrà affrontato il tema della gestione efficace delle informazioni come strumento di prevenzione e resilienza e della realizzazione della piattaforma di gestione del rischio e comunicazione tra comuni e Provincia nell'ambito del progetto INTERREG IV-A RiMaComm.
Concluderà la mattinata Michela Munari, direttrice dell'Ufficio Idrografico, Provincia Autonoma di Bolzano con l'intervento intitolato: "Commissioni valanghe: sono ancora attuali?".

Nel pomeriggio il secondo modulo del convegno a cura della Ripartizione Opere Idrauliche della Provincia Autonoma di Bolzano e intitolato "Opere idrauliche - Rischio idraulico: la manutenzione di corsi d'acqua nell'ottica della protezione civile" presenterà esempi pratici di manutenzione dei corsi d'acqua con particolare attenzione agli aspetti conflittuali tra protezione dalle alluvioni, protezione civile e tutela della natura, con un occhio anche alle altre realtà territoriali. Si parlerà infatti della manutenzione dei corsi d'acqua nella Regione Friuli Venezia Giulia per la protezione dalle alluvioni in un'ottica di tutela sostenibile della natura; la Regione Emilia-Romagna esporrà le problematiche del legname flottante e la gestione sostenibile della vegetazione nei corsi d'acqua regionali. Roberto Gagna, Presidente del Coordinamento provinciale Volontari Protezione civile di Cuneo presenterà inoltre l'operazione "Paesi sicuri" come esempio di manutenzione di corsi d'acqua in Provincia di Cuneo mentre Paola Pagliara, Rappresentante del Dipartimento Protezione civile interverrà sul sistema di allertamento nazionale per il rischio idraulico.

I lavori continueranno nella giornata di sabato 23 marzo con i moduli 3 e 4 intitolati "Traumaday" a cura di Croce Bianca, Croce Rossa e Centrale provinciale d'emergenza, con riconoscimento di crediti ECM.
In mattinata verranno presentate le novità nell'ambito degli interventi in caso di traumi negli adulti, verranno date indicazioni sulla gestione del rischio nella medicina d'urgenza, si parlerà del trattamento del politrauma all'interfaccia preclinica/clinica, del management delle vie aeree in emergenza preclinica sino ad arrivare all'ipotermia e al suo decorso in età adulta e pediatrica.

Nel pomeriggio, invece si discuterà di politraumi in eventi NEV (Numero Elevato Vittime),  di trattamento preclinico dello shock in età adulta e pediatrica, di trattamento preclinico dei traumi cranici e spinali e delle novità negli interventi in caso di traumi pediatrici.

Il congresso si svolgerà  in italiano e in tedesco con traduzione simultanea. La partecipazione al congresso è gratuita, per motivi organizzativi è però obbligatoria e vincolante la registrazione sul sito della manifestazione www.civilprotect.it.


red/pc