Friuli, lotta al dissesto idrogeologico: la Regione incontra #Italiasicura

I vertici della Regione Friuli - la presidente Debora Serracchiani e l'assessore all'ambiente, Sara Vito - si sono incontrati oggi con il coordinatore di #Italiasicura, Mauro Grassi per fare il punto sull'attuazione dell'Accordo di programma per la realizzazione degli interventi prioritari di riduzione del rischio idrogeologico

Si sono incontrati questa mattina a Roma la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, l'assessore regionale all'ambiente, Sara Vito e Mauro Grassi, coordinatore di #Italiasicura, la struttura di missione di Palazzo Chigi contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche.
"Un incontro che ha permesso di confermare i grandi passi avanti che il Friuli ha compiuto nell'attuazione dell'Accordo di programma con il ministero dell'Ambiente per realizzare alcuni interventi prioritari per ridurre il rischio idrogeologico", ha dichiarato  Debora Serracchiani che, come tutti i suoi omologhi, nel luglio 2014 ha assunto la responsabilità di commissario straordinario delegato per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico.
"Da quella data - riporta una nota della Regione FVG - le opere inserite nell'Accordo di programma con il ministero hanno subito una forte accelerazione: al 31 dicembre 2014, infatti, tutti gli interventi che hanno già ottenuto la copertura finanziaria sono stati messi a gara. Delle 32 opere finanziate, 3 sono state completate e per altre 21 i lavori sono attualmente in corso. In fase di progettazione ci sono adesso due ulteriori interventi, che hanno ottenuto la copertura nel giugno scorso, per oltre 6 milioni di euro".
Nell'Accordo di programma, sottoscritto nel 2011, sono previsti in tutto 39 interventi, per un investimento complessivo di 32,2 milioni di euro, di cui 26 dello Stato e 6,2 della Regione. Nell'incontro di oggi è stato anche sollecitato il trasferimento degli ultimi fondi statali, pari a quasi 6 milioni di euro, in modo da completarlo.
"Questi lavori pubblici - ha commentato l'assessore Vito - consentono anche di sostenere l'economia regionale in un momento particolarmente delicato". Con Mauro Grassi oggi è stato fatto inoltre il punto sugli interventi nel campo delle opere idriche e di depurazione delle acque. Anche in questo caso sono in fase di attuazione due Accordi di programma con il ministero, per realizzare il depuratore di Servola a Trieste (52,5 milioni di euro), e per otto interventi per potenziare la capacità di depurazione negli Ambiti territoriali ottimali (ATO) Friuli Centrale, Goriziano e Friuli Occidentale (25,4 milioni). Imminente la firma di un ulteriore Accordo di programma fra Regione e ministero, per lavori di razionalizzazione del sistema fognario dell'ATO Orientale Goriziano per potenziare in particolare l'impianto di depurazione di Staranzano (Gorizia), un lavoro da 18,2 milioni di euro".

red/pc
(fonte: regione FVG)