fonte: Regione FVG

FVG propone Stati generali euroregionali sui cambiamenti climatici

I mutamenti climatici non seguono i confini amministrativi e per affrontarli è fondamentale la collaborazione transfrontaliera

Collaborare tutti, al di là dei confini, per una lotta efficace ai cambiamenti climatici. Con questo obiettivo l'assessore del Friuli Venezia Giulia all'Ambiente ed Energia Fabio Scoccimarro ha rilanciato la proposta degli Stati generali euroregionali sui cambiamenti climatici e sullo sviluppo sostenibile con il coinvolgimento delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, della Slovenia e della Croazia, e dei Land Carinzia e Stiria in Austria.

La proposta degli Stati generali e della "Carta di Trieste", propedeutica ai mutamenti previsti tra il 2030 e il 2050 nell'area alpeadriatica, è stata rilanciata e discussa alla tavola rotonda organizzata a Nova Gorica (Slo) per Interreg Muse, il progetto finanziato dal programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020 che mira ad integrare nelle strategie di mobilità urbana ed extraurbana degli enti locali transfrontalieri l'efficientamento energetico e la riduzione delle emissioni di CO2.

Nell'occasione Scoccimarro ha sottolineato anche che "l'impegno dell'amministrazione regionale è di non basare la propria azione solo su misure impositive, ma di puntare sulla promozione di buone pratiche".

"Regione Fvg - ha spiegato l'assessore - vuole essere un esempio virtuoso: stiamo investendo molto nel progetto Noemix, che ci vedrebbe primi in Europa a sostituire 800 veicoli della pubblica amministrazione con 640 automobili totalmente elettriche, con investimenti anche nella produzione di energie rinnovabili per l'alimentazione delle stesse", ha ricordato l'assessore.

"Come tutte le rivoluzioni - ha concluso Scoccimarro - è bene che vi sia una sperimentazione come quella che propone il progetto Muse, che investe proprio sui futuri cittadini di questo pianeta, gli studenti: saranno loro ad avere il prezioso compito di sensibilizzare il resto della cittadinanza verso una nuova cultura della mobilità urbana, extraurbana e transfrontaliera che guardi alla sostenibilità ambientale".

red/mn

(fonte: Regione FVG)