AL: Gabrielli e il Sindaco Rossa (foto: u.s Comune AL)

Gabrielli: "Grazie Alessandria,
comune lungimirante"

Ha ricevuto il plauso ed il sentito ringraziamento del Prefetto Franco Gabrielli, l'atto adottato dal Comune di Alessandria che prevede obbligatoriamente il parere preventivo della Protezione civile sugli atti di pianificazione territoriale e sui progetti di opere pubbliche

Chiedere il parere della protezione civile prima di procedere con opere pubbliche che in qualche modo vadano a modificare l'uso del territorio: questo il contenuto dell'atto di indirizzo politico-amministrativo adottato qualche mese fa del Comune di Alessandria e  presentato ieri 15 gennaio alla presenza del capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli.
Ieri  Gabrielli ha partecipato alla Commissione Consiliare Congiunta in cui il sindaco di Alessandria
Maria Rita Rossa ha presentato l'atto di indirizzo politico-amministrativo che prevede l'acquisizione di un parere obbligatorio, ma non vincolante, della Protezione Civile sugli atti di pianificazione territoriale generale e sui progetti di opere pubbliche che possano determinare modificazioni d'uso del territorio

"Questo atto - sono le parole del Sindaco Rossa -  nasce dall'attenzione e dalla partecipazione dei cittadini di Alessandria verso il ruolo della Protezione Civile nella declinazione della salvaguardia del territorio. La nostra è una città ferita nel DNA dall'alluvione del 1994 e la tutela del territorio è un approccio culturale prima che qualcosa di normativo: l'atto in questione codifica e traduce la spinta forte che viene dalla nostra comunità, operosa ed orgogliosa, nella volontà di recuperare il principio del ciò che è giusto rispetto al ciò che mi conviene".
L'adozione di questo parere consente inoltre di dare concreta applicazione a quanto disposto dalla recente normativa (Legge n. 100/2012) che prevede che i piani ed i programmi di gestione, tutela e risanamento del territorio debbano essere coordinati con i piani di emergenza di Protezione Civile al fine di svolgere attività di previsione e prevenzione: il Comune di Alessandria è stato il primo in Italia ad aver portato avanti questa iniziativa.

Il Capo Dipartimento, alla presenza degli assessori regionale Roberto Ravello e comunale Gianni Ivaldi, del prefetto Romilda Tafuri e di tanti volontari,  ha sottolineato la grande importanza di questo atto, soprattutto in un comune come quello di Alessandria gravato dal dissesto, e di come il ruolo della protezione civile ne esca rafforzato.
"In questi miei quasi quattro anni di esperienza - ha infatti  dichiarato  Franco Gabrielli -  ho già sperimentato l'eccellenza della Protezione Civile di questa regione e oggi voi scrivete, come alessandrini, una pagina ulteriormente importante. Questa comunità oggi lancia un messaggio importante: dice al Paese che, anche in condizioni di disagio, è possibile traguardare alle cose vere e importanti con una lungimiranza che va al di là della situazione presente".

"La Protezione Civile - ha concluso Gabrielli -  è essenzialmente una questione di cultura e voi, oggi, vi state ponendo all'attenzione, non solo del Piemonte, come virtuosi e, per questo, vi ringrazio di cuore per quello che avete fatto e per il tempismo con cui l'avete fatto".



red/pc