(fonre foto: ANPAS)

Genova, Delrio: ''Riduzione dei vincoli del patto di stabilita' per i comuni colpiti. Completamento dei lavori sul Bisagno''

Giornata di incontri per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio e il capo DPC Franco Gabrielli che si sono confrontati con i sindaci e i rappresentanti delle istituzioni nelle zone maggiormente zone colpite dal maltempo delle ultime settimane. Questa mattina a Genova l'incontro con i sindaci dell'area metropolitana genovese

"Lavori di somma urgenza appena completati già spazzati via dalle nuove frane, 300 strade interrotte, frazioni dell’entroterra isolate, famiglie evacuate, fasce perfettamente coltivate così come terreni abbandonati comunque franati, comuni che hanno i soldi bloccati dal patto di stabilità e altri senza più un euro". Questo è il quadro  che  i sindaci dell’area metropolitana genovese hanno consegnato questa mattina al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio e il capo Dipartimento della protezione civile prefetto Franco Gabrielli in visita oggi nelle zone più duramente colpite dal maltempo di queste settimane.

"I problemi dell’entroterra appenninico – ha osservato il sindaco di Genova, Marco Doria – sono comuni a gran parte della nostra città  e a questi, sulla costa, si aggiungono quelli delle aree cementificate, con le esondazioni e il rischio alluvionale dei torrenti principali". Doria ha quindi insistito sulla necessità di cambiare realmente l’allocazione delle risorse a favore del riassetto del territorio, di fronte a cambiamenti climatici che mettono a nudo ancor più duramente gli errori del passato, e  soprattutto di farlo  in tempi celeri, con  normative semplificate e azioni urgenti per risollevare un tessuto economico provato ed esausto.

Alle richieste dei sindaci, il sottosegretario Delrio ha risposto con l’impegno da parte del governo a sostenere i primi cittadini che in queste ore devono decidere lavori di somma urgenza anche in mancanza di risorse. "Non ci saranno limitazioni - ha infatti dichiarato Delrio, che ha ricordato l’ordinanza di Protezione civile già emessa per consentire la rimozione dei detriti dall'alveo dei fiumi in deroga alle normative ordinarie e l'emendamento che assegnerà ai comuni alluvionati uno sconto ulteriore sulla riduzione dei vincoli del patto di stabilità oltre alla possibilità di contrarre nuovi mutui. Per quanto riguarda gli interventi strutturali, il sottosegretario ha richiamato lo stanziamento di 110 milioni dello Sblocca Italia a favore delle aree metropolitane (in cui rientra una prima quota del finanziamento per il terzo lotto del rifacimento della copertura del Bisagno) e l’impegno a ulteriori stanziamenti per opere di riassetto del territorio. "Gli interventi sul Bisagno - ha infine rassicurato l'esponente del governo - saranno completati".


red/pc