Grifone 2011:
esercitazione in corso

E' in pieno svolgimento l'esercitazione "Grifone 2011": simulazione di un'operazione di soccorso in caso di incidente aereo in ambiente terrestre

E' nel vivo l'evento addestrativo "Grifone 2011", evento organizzato periodicamente dall'Aeronautica Militare nell'ambito di un accordo internazionale sul soccorso aereo (SAR - Search and Rescue). Nell'ambito dell'esercitazione, che prevede attività di ricerca sia diurne che notturne, verrà simulata un'operazione di soccorso in caso di incidente aereo in ambiente terrestre. Dal centro di coordinamento, normalmente di stanza a Poggio Renatico (Ferrara), in questo caso posizionato presso l'avio-superficie di Masera, in Val d'Ossola, trasformata dal personale del 3° Stormo Supporto Operativo dell'Aeronautica Militare in un piccolo aeroporto mobile dotato di tutti i servizi essenziali, verranno pianificate e gestite tutte le operazioni aeree di ricerca e soccorso, in coordinamento con il personale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), responsabile delle attività di ricerca a terra.

Sono dodici gli elicotteri che opereranno dalla base di Masera, appartenenti ai reparti di volo di Aeronautica Militare, Esercito Italiano, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Corpo Forestale dello Stato e Servizio Urgenze ed Emergenze Mediche 118 Piemonte. Decine anche le squadre di terra e le unità cinofile, del CNSAS, nonché dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato. La significativa presenza di personale e mezzi stranieri - un elicottero dell' aeronautica militare francese, uno della Swiss Air Force (forza aerea svizzera) ed uno proveniente da Malta in applicazione degli accordi bilaterali della Missione Italiana di Assistenza Tecnico Militare (MIATM), nonché osservatori di Grecia, Serbia e India - contribuiranno allo scambio di esperienze e allo sviluppo di procedure comuni tra le varie componenti civili e militari che costituiscono la task force dei soccorritori, una capacità di integrazione fondamentale per un'attività complessa come la ricerca e il soccorso in ambiente montano.

Previsto anche il coinvolgimento dell Protezione Civile locale, che opererà nell'ambito di una struttura di coordinamento attivata a fini esercitativi dalla Provincia e dalla Prefettura di Verbano-Cusio-Ossola (VCO). L'esercitazione sarà, infatti, anche un'occasione per verificare la capacità dell'Aeronautica Militare di schierare rapidamente personale e mezzi in una zona isolata dalla quale condurre operazioni di supporto per gravi calamità naturali (alluvioni, terremoti etc), ovvero per grandi eventi quali summit internazionali, G8 etc, e migliorare in questi contesti le procedure di coordinamento con gli enti e le realtà responsabili delle predisposizioni di emergenza a terra.



Redazione