Fonte archivio sito

I colori dell'Italia in attesa delle riaperture

Da oggi solo tre regioni in arancione, tutte le altre diventano o rimangono gialle. In questa settimana si potrebbe conoscere anche il cronoprogramma delle riaperture

Mentre si discute sul coprifuoco, il ritorno nei ristoranti al chiuso e del caffè al banco, prende piede anche la richiesta al governo di una road map delle aperture di attività come le palestre, le piscine al chiuso e il mondo del wedding. Tutti temi che verranno affrontati nelle prossime settimane. Per adesso di sicuro c'è che, sulla base dei dati del monitoraggio settimanale del ministero della Salute dello scorso 7 maggio, l'Italia inizia questa settimana con colori differenti. 

Zone gialle e arancioni
Italia in giallo da oggi, lunedì 10 maggio, escluse tre Regioni, Sardegna, Valle D'Aosta che sono in arancione. Al momento oltre ad Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le province autonome di Bolzano e di Trento (Trentino Alto Adige), sono diventate gialle anche Puglia, Basilicata e Calabria, prima arancioni. 

Riaperture
Si apre quindi anche la settimana che porterà Palazzo Chigi a definire un calendario con le nuove riaperture. Tra i settori che chiedono da tempo la ripartenza c'è quello dei matrimoni, che lamenta perdite elevate a causa del blocco delle cerimonie. Analogo discorso per lo sport, con piscine e palestre al chiuso in attesa della fatidica decisione. Per quanto riguarda i ristoranti al chiuso, caffè al bancone, le novità potrebbero scattare già da lunedì 17 maggio. E poi c’è il tema coprifuoco, su uno spostamento in avanti, almeno alle 23, chiesto a gran voce dalla Liguria e anche dalla Sardegna.

red/cb
(Fonte: Ansa)