Fonte Provincia autonoma di Trento

I vincitori del concorso per la rinascita del parco di Levico Terme (TN) dopo "Vaia"

L'installazione vincitrice, simbolo di resilienza dopo la tempesta che si è abbattuta sul parco distruggendo più di 200 alberi secolari, sarà realizzata entro l'anno 

Premiati i partecipanti al concorso di idee per far rinascere il Parco di Levico dopo la Tempesta Vaia organizzato per tenere viva la memoria degli alberi monumentali sradicati dal terreno, mantenere lo spirito del luogo e tenere alta l’attenzione sul tema dei cambiamenti climatici.

Dare nuovo soffio vitale ai duecentosedici grandi alberi sradicati o spezzati nel parco di Levico Terme alla fine di ottobre 2018 dalla Tempesta Vaia. Questo l'arduo compito a cui sono stati chiamati i partecipanti al concorso di idee sui temi della “resilienza” e del senso della “rinascita” dopo i danni di “Vaia” nel parco trentino, organizzato dal Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale della Provincia autonoma di Trento con il Comune di Levico Terme, TSM STEP Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, l'Osservatorio del Paesaggio del Trentino, l’Azienda per il Turismo Valsugana Lagorai e Arte Sella. 

Ieri sono stati rivelati i vincitori. Il primo premio è andato all'installazione “Zefiro” di Antonio Boeri, Ludovico Oldini, Davide Pagano e Alessandro Gloria di Milano. La medaglia d'argento è andata all'opera “A tra verso” di Mqaa Studio di Nicola Chiavarelli, Giuliano Orsingher, Giuliana Decesero del Primiero, mentre il terzo posto se l'è aggiudicato l'opera dal titolo “Catasta” di Atelier Remoto di Valentina Merz e Lara Monacelli di Trento (3^) i tre vincitori del concorso. 

Al bando, per la progettazione e realizzazione di installazioni da realizzarsi con materiale di recupero arboreo, come tronchi e radici, hanno partecipato in 35, singoli o in gruppo. In palio cerano tre premi, messi a disposizione dal Comune di Levico, da 500, 1500 e 3000 euro. I tre progetti premiati saranno inoltre pubblicati su riviste di settore. Il progetto primo classificato è stato ammesso alla fase esecutiva e l’installazione sarà realizzata entro l’anno.

Red/cb
(Fonte: Provincia Autonoma di Trento)