fonte: Dipartimento della Protezione Civile siciliana

Il 50% dei comuni siciliani non ha un Piano di Protezione Civile

Il dato è stato messo in rilievo da Calogero Foti, capo del DRPC Sicilia, in occasione dell’incontro che si è svolto questa mattina in Prefettura a Palermo nell’ambito della “Settimana Nazionale della Protezione Civile”

"Il 50% dei comuni siciliani non si è ancora dotato del Piano di Protezione Civile che rappresenta lo strumento imprescindibile per la ottimale gestione del territorio e per la corretta applicazione delle norme di autoprotezione previste per i cittadini dal Codice della Protezione Civile del gennaio 2018". Così Calogero Foti, capo del DRPC Sicilia, in occasione dell’incontro che si è svolto questa mattina in Prefettura a Palermo nell’ambito della “Settimana Nazionale della Protezione Civile”. 

L’aspetto della pianificazione coinvolge direttamente i Sindaci. Calogero Foti, capo del DRPC Sicilia ha evidenziato nel suo intervento come “qualsiasi allerta, anche di tipo meteo in assenza di un piano di emergenza diventa inutile perché il comune non sarebbe in grado di fronteggiare utilmente una situazione di crisi”. 

La collaborazione, il coordinamento e la formazione continua di tutti gli operatori del sistema si realizza quando tutte le forze di protezione civile in campo riescono ad usare un linguaggio comune e standard operativi uguali che consentono di intervenire prontamente ed efficacemente nelle situazioni di crisi. Essenziale è il rapporto con la cittadinanza che deve essere resa consapevole dei corretti comportamenti da assumere in caso di catastrofi o di emergenze. “Conoscere per salvarsi” è lo slogan del DRPC Sicilia che indica necessità di sapere cosa fare nelle situazioni di emergenza per autoproteggersi e mettere in sicurezza chi ci è vicino. In tal senso l’intero sistema di protezione civile è impegnato nella diffusione della cultura di protezione civile che deve avvenire sin dall’età scolare. Oltre 70 alunni appartenenti a sette scuole di Palermo hanno partecipato all'incontro di oggi.

Venerdì 18 ottobre a partire dalle ore 10.30 l’istituto Comprensivo Statale "Luigi Capuana" di Palermo sarà lo scenario di una prova di evacuazione a seguito di evento sismico che vedrà gli studenti mettere in atto le tecniche apprese nel corso degli incontri formativi.

red/mn

(fonte: DRPC)