Il sistema d'emergenza e la
rete dei trapianti: se ne parla
a Bolzano il 20 aprile 2013

Molteplici sono le facce della solidarietà: l'AIDO, Associazione Italiana Donatori Organi, raccoglie e sollecita la disponibilità di coloro che, in caso si morte cerebrale, vogliano donare i propri organi a chi sarebbe altrimenti condannato a una vita molto breve. Un convegno a Bolzano affronterà la tematica della donazione in tutti i suoi aspetti etici e scientifici

Si terrà il 20 aprile 2013 a Bolzano un convegno organizzato dalla provincia Autonoma di Bolzano, dal 118 e dell'AIDO - Associazione Italiana Donatori Organi "Il sistema dell'emergenza e la rete dei trapianti: una scelta consapevole".
Il convegno si rivolge ai medici di medicina generale, agli operatori medici e paramedici dell'urgenza e dell'emergenza (Pronto soccorso, SAR, UTi) e agli operatori delle organizzazioni di soccorso (118, Croce Bianca, Croce Rossa).
Molti gli argomenti che verranno trattati, dalle nuove frontiere dei trapianti a tutte le tematiche  inerenti, di carattere medico-scientifico, ma si parlerà anche del sistema dell'emergenza nella provincia di Bolzano, della donazione di organi come scelta di vita, degli aspetti etici ad essa correlata, dell'accertamento della volontà del donatore fino al sistema informatico che consente la tracciabilità e la sicurezza degli organi donati.

Il programma prevede la presenza del Presidente della Giunta della Provincia Autonoma di Bolzano Luis Durnwalder, che aprirà la giornata con un saluto ai partecipanti.
Il convegno, che vede come relatore scientifico  il Dott Bruno Giacon, si terrà sia in lingua italiana sia in tedesco, con traduzione simultanea, presso la Sala convegni  - Scuola Professionale Einaudi - Bolzano - il 20  aprile dalle 9 alle 18.

La partecipazione è gratuita: per le professioni sanitarie è obbligatoria la pre-iscrizione sul sito www.ecmbz.it.


red/pc