In dodici anni dimezzate le vittime della strada in Veneto

Le strade un tempo più pericolose d'Italia hanno visto diminuire lentamente il numero di morti e feriti. Merito anche di forti campagne di sensibilizzazione e della repressione contro alcol e droghe

Dimezzati in Veneto gli incidenti stradali. Negli ultimi 12 anni il numero dei morti sulla strada è passato dai 714 del 2000 ai 369 del 2011. I numeri sono forniti dall'ACI, l'Automobil Club d'Italia e fotografano un panorama di maggiore sicurezza su strade un tempo scenario dei più gravi incidenti. Basta citare la famosa "Romea", la statale 309 che collega Ravenna a Mestre, definita nel 2006 dall'ACI la via di comunicazione più pericolosa d'Italia, con una media di 1.7 incidenti per chilometro e un numero di morti per incidente del 10%.

Il Veneto da tempo è impegnato in una serrata campagna di prevenzione. Avevano fatto il giro d'Italia le campagne shock con auto distrutte poste in mezzo alle rotonde o i crudi cartelloni stradali che mostravano le conseguenze fisiche dei sinistri, con volti tumefatti e occhi neri. Dopo anni si vedono i primi risultati, ottenuti grazie anche al giro di vite su alcol e droghe alla guida voluto dai diversi Governi, dalle forze dell'ordine e dal Ministero delle Infrastrutture.

"I numeri che l'ACI fornisce sono lo specchio dell'evoluzione della situazione, anche dal punto di vista economico - ha detto Renato Chisso, assessore alla mobilità del Veneto - ma il dato sull'incidentalità è quello che più ci ripaga dell'impegno profuso nelle nuove infrastrutture e nell'ammodernamento di quelle esistenti, eliminando tanti "punti neri", allontanando ovunque possibile il traffico di transito dai centri abitati, dando più scorrevolezza alla mobilità stradale in generale. E' un lavoro che continuiamo a portare avanti e che si certifica utile per l'intera comunità e per la nostra economia, tenuto conto, in ogni caso, che non esistono beni capace di sostituire una vita perduta".
Oltre alle vittime, in Veneto sono calati (da 19.708 a 15.564) il numero complessivo degli incidenti segnalati e quello dei feriti (da 27.862 a 21.517).




red/wm



(fonte: Regione Veneto)