Incendi boschivi: collaborazione interregionale fra volontari liguri e piemontesi

I volontari AIB liguri e piemontesi, grazie a due delibere simili disposte dalle rispettive Regioni, potranno intervenire gli uni a supporto degli altri in caso di incendi boschivi in zone di confine tra Liguria e Piemonte o per eventi di estrema pericolosità

"La possibilità di attivare il supporto reciproco delle squadre di volontari dell'antincendio boschivo in caso di incendi in zone di confine tra Liguria e Piemonte o di estrema pericolosità dell'evento: è quanto è stato deliberato dalla giunta regionale ligure su proposta dell'assessore all'Agricoltura Stefano Mai.
"Crediamo molto nell'impegno dei volontari nella prevenzione e nel contrasto degli incendi che, come purtroppo abbiamo assistito in questa estate particolarmente calda e secca, sono un vero flagello per il nostro territorio - ha affermato l'assessore  Mai - Conosciamo molto bene la dedizione, la professionalità, l'impegno e la disponibilità dei nostri volontari: con la delibera approvata oggi, che non implica alcun costo aggiuntivo per la Regione, il ricorso al supporto interregionale sarà valutato, caso per caso, in situazioni di estrema emergenza o quando per problematiche di discutibile competenza amministrativa sulle zone di confine si potrà ricorrere a un intervento congiunto. Verrà comunque valutata volta per volta la possibilità di rendere operativo l'accordo con i volontari del Piemonte senza comunque dislocare i nostri volontari scoprendo la propria zona di competenza".
Analogamente la Regione Piemonte, su proposta dell'assessore Alberto Valmaggia, ha approvato la scorsa settimana le procedure per il reciproco supporto tra le Regioni Piemonte e Liguria in caso di emergenze causate dagli incendi boschivi.

red/pc