fonte foto: Vigili del Fuoco

Incendi boschivi, in mattinata 23 richieste d'intervento aereo

7 dalla Sicilia, 5 dalla Calabria, rispettivamente 4 dalla Campania e dalla Basilicata, 2 dall’Abruzzo e una richiesta dall’Umbria

Dalle prime ore del giorno gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra, hanno ripreso le operazioni di spegnimento dei tanti incendi boschivi che ormai da giorni stanno interessando gran parte del nostro Paese.

Alle 11.30 di questa mattina, il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento ha già ricevuto 23 richieste di concorso aereo: 7 dalla Sicilia, 5 dalla Calabria, rispettivamente 4 dalla Campania e dalla Basilicata, 2 dall’Abruzzo e una richiesta dall’Umbria.

L'impegno dei mezzi disponibili – 11 Canadair e 4 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, a cui si aggiungono 5 elicotteri della Difesa – è concentrato, al momento e d'intesa con le regioni, sulle situazioni più critiche. L'intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 6 roghi nelle province di Catania, Palermo, Messina, Potenza, Matera e Teramo.

Dal 15 giugno all'11 luglio sono state 430 le richieste di concorso aereo della flotta di Stato giunte dalle Regioni al Dipartimento della Protezione civile, il picco mai raggiunto nello stesso periodo negli ultimi dieci anni. Nel 2007, infatti, stagione estiva davvero complicata, erano state 308 le domande, seguito dal 2012 con 261 richieste giunte dal 15 giugno al 11 luglio.

red/mn

(Fonte: Dipartimento della Protezione Civile)