Incendio a Roma Tiburtina:
fiamme spente dopo 15 ore

Ieri l'intervento dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile regionale, che ha messo a disposizione autobotti e volontari; oggi ancora disagi per i viaggiatori

All'indomani dell'incendio divampato intorno alle 4 di ieri mattina nella stazione di Roma Tiburtina che ha mandato in tilt la circolazione ferroviaria di tutta Italia, anche oggi i viaggiatori incontreranno non poche difficoltà e ritardi, anche se in generale la situazione sta tornando sostanzialmente sotto controllo.

Intanto è scattato il piano d'emergenza messo a punto da Comune e Regione per assicurare i servizi di trasporto
, che comprende bus navetta, linee dell'Atac potenziate e vagoni doppi. "Saranno inoltre attivati da Atac e dalla Protezione Civile quattro punti di informazione e assistenza agli utenti: Palmiro Togliatti, stazione Tuscolana, stazione Ostiense e Termini" - ha dichiarato l'Assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma.

Anche nella giornata di ieri è stato grande l'impegno della Protezione Civile regionale, intervenuta nelle ore più critiche in ausilio ai Vigili del Fuoco: "Hanno messo a disposizione autobotti e volontari" - ha spiegato Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio - "dando sostegno nell'intervento di spegnimento dell'incendio, e sono in costante contatto con l'assessore Lollobrigida per le misure necessarie a fronteggiare e a limitare i disagi dovuti al rogo e per agevolare i passeggeri".

Le fiamme, divampate all'interno della sala apparati da una cabina elettrica, sono state domate solo nel tardo pomeriggio, dopo 15 ore. Le cause dell'incendio sono molto probabilmente di natura elettrica, ma non sono state ancora escluse altre possibilità, come la manomissione o il furto di rame. La Rete Ferroviaria Italiana ha istituito una commissione d'inchiesta per appurare le cause, e sarà la Procura di Roma ad indagare sull'origine dell'incendio.



Redazione