(Fonte foto: profilo Facebook ministro Nello Musumeci)

Incontro tra tutti i commissari straordinari: "Accelerare la ricostruzione"

L'incontro, voluto dal ministro per la Protezione civile Nello Musumeci, ha coinvolti tutti i commissari straordinari, per individuare e valutare le criticità diffuse

Un incontro tra tutti i commissari straordinari per individuare valutare le criticità sistemiche. Questo l’obiettivo del ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, che ha riunito ieri 14 marzo mattina tutti i commissari straordinari che stanno gestendo le conseguenze delle calamità naturali, come alluvioni e terremoti.

All’incontro hanno partecipato i commissari Francesco Figliuolo (Regioni Emilia Romagna, Toscana e Marche), Guido Castelli (territori del Centro Italia), Giovanni Legnini (Isola d'Ischia) e Salvatore Scalia (Etna ionico), oltre ai capi dipartimento Fabrizio Curcio (Protezione civile) e Luigi Ferrara (Casa Italia), con il capo Gabinetto del ministro, Riccardo Rigillo e il responsabile dell'ufficio legislativo, Francesco De Luca.

Bisogna accelerare i processi autorizzativi
Dopo aver analizzato lo stato di attuazione degli interventi emergenziali e ricostruttivi, i lavori si sono soffermati sulle cause che determinano i ritardi nella progettualità da parte dei privati, e sulla necessità di accelerare i processi autorizzativi di competenza delle Autorità di bacino. Fenomeno diffuso e condiviso dai commissari si è rivelato quello della saturazione degli studi tecnici e dell'accaparramento degli incarichi progettuali, che determina spesso una insostenibile situazione di stallo. È stata anche evidenziata la necessità di rivedere la erogazione del Cas, il Contributo di autonoma sistemazione, per le famiglie costrette a lasciare temporaneamente la propria casa, che talvolta da eccezionale elemento emergenziale si trasforma in strumento ordinario e assistenziale. Nel corso del vertice è stato focalizzato anche il tema della ricostruzione nelle aree interessate da spopolamento e il complesso rapporto con le comunità locali nei casi di delocalizzazione e ricostruzione in aree meno esposte al rischio



“Ricostruire bene e nel minor tempo possibile è l'obiettivo che si è dato il governo, superando una serie di procedure e passaggi che impediscono o rallentano i processi” ha dichiarato il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci durante l'incontro di lavoro con i commissari straordinari che stanno gestendo il post calamità naturali. “Per questo - ha spiegato Musumeci - abbiamo varato un disegno di legge, che è in discussione in Parlamento, finalizzato a semplificare la governance e fissare tempi certi per il completamento della ricostruzione” [di cui aveva parlato anche nella nostra intervista, n.d.r.].

“Dal confronto di oggi - ha aggiunto il ministro al termine dei lavori - sono emerse criticità ma anche esperienze virtuose”. Infine, Musumeci ha anticipato che le linee operative del governo e le esperienze fin qui maturate dai commissari straordinari saranno il focus di un convegno internazionale che si terrà a Roma a metà maggio, con l‘intervento della presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. 

red/gp

(Fonte: Ansa)