INGV: aggiornamento della comunicazione social sui terremoti

Uno degli obiettivi principali dell'INGV è quello di fornire al pubblico un'informazione immediata e comprensibile sulla localizzazione degli eventi sismici: INGV fa sapere che da oggi i tweet e i post su facebook avranno una nuova struttura informativa

L'INGV pubblica oggi una nota di informazione e aggiornamento sulla comunicazione via social media da parte dell'istituto relativa agli eventi sismici registrati.
Già da fine marzo scorso, l'INGV ha provveduto a inserire, nella lista degli eventi sismici localizzati dalla Rete Sismica Nazionale (RSN) e pubblicate sul sito web del Centro Nazionale Terremoti (http://cnt.rm.ingv.it/), le seguenti informazioni aggiuntive:

  • nome del Comune (Municipio) più vicino all'epicentro con la sigla della Provincia
  • posizione relativa del terremoto rispetto al Comune (esempio: 4 km SE (Sud-Est) Campo di Giove, AQ)
  • visualizzazione predefinita dell'ora italiana per il tempo origine del terremoto con la possibilità di sostituirla con l'ora internazionale (UTC)
  • indicazione del tipo di magnitudo calcolata per ciascun terremoto (ML, Mw, Md, ecc) in modo da rendere possibile associare un eventuale ulteriore aggiornamento.
Le stesse modifiche sono attive anche su tutti gli altri canali della piattaforma INGVterremoti (Twitter, Facebook, App IOS e Android).
Da oggi i tweet e i post su Facebook avranno questa struttura informativa:

• tipo di magnitudo e suo valore
ora italiana e data del tempo origine del terremoto
indicazione del nome del Comune (Municipio) più vicino all'epicentro con la sigla della Provincia
posizione relativa del terremoto rispetto al Comune
profondità.



Nell'illustrazione che segue, INGV illustra chiaramente come vanno interpretate le informazioni:


E' stata, inoltre, riprogettata e velocizzata l'App INGVterremoti, eliminando la gestione del database che ne rallentava l'aggiornamento. Questa scelta, tuttavia, richiede che sia attivata la connessione per poterla utilizzare.
Particolare attenzione è stata data alle informazioni scientifiche riguardanti i terremoti; nelle App INGVterremoti sono, infatti, presenti due sezioni collegate al blog INGVterremoti.

red/pc