Inquina il Gran Paradiso:
2 mila euro di multa

L'inquinamento di un corso d'acqua in Valsavarenche aveva causato la morte di trentuno trote

Ha pensato bene di rovesciare in un torrente i liquami prodotti dal suo allevamento, sulle Alpi, ma è stato identificato e denunciato. Ora per un agricoltore aostano è arrivata anche la condanna del Gip: dovrà pagare una multa di 2 mila euro per inquinamento di un torrente in Valsavarenche, che scorre all'interno di uno delle più belle aree protette del nostro paese: il Parco Nazionale del Gran Paradiso.

L'episodio risale al luglio del 2010: l'agricoltore ha causato l'alterazione delle bellezze naturali del torrente e il conseguente avvelenamento dell'ittiofauna in esso presente. I guardaparco, avvertiti da alcuni turisti, hanno recuperato trentuno esemplari di trota fario senza vita e in poche ore, controllando a ritroso il corso del torrente, hanno accertato le responsabilità dell'uomo, denunciandolo al tribunale di Aosta.

Red - gz