''Io non rischio'': la Protezione Civile nazionale ringrazia

Si è svolta questo fine settimana la campagna nazionale "Io non rischio" nelle piazze del centro-sud Italia. Il Dipartimento della Protezione Civile ringrazia tutti coloro che hanno contribuito all'iniziativa

"Grazie ai volontari e le volontarie appartenenti a 21 associazioni di protezione civile nazionali, nonché ad associazioni regionali e gruppi comunali di Campania, Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta e Veneto, che si sono formati e preparati per sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico e, in alcuni comuni costieri, anche sul rischio maremoto" nell'ambito della campagna "Io non rischio" svoltasi questo fine settimana al centro-sud Italia. Lo comunicano in una nota il Dipartimento della Protezione Civile e i partner della campagna ringraziando tutti coloro che hanno contribuito all'iniziativa.

"Un particolare ringraziamento - prosegue la nota del Dipartimento - va alle società di servizi e alle aziende che siedono al tavolo del Comitato Operativo (l'organo che garantisce il coordinamento delle attività in emergenza) che hanno sostenuto la campagna "Io non rischio": Aiscat - Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori, Anas, Ferrovie dello Stato, Telecom Italia e Wind si sono impegnate nella diffusione della campagna, rilanciando sui propri siti internet e altri strumenti di comunicazione interna ed esterna le date e i contenuti di "Io non rischio". Grazie, infine, al Segretariato Sociale Rai, a Radio2 Caterpillar e a tutti gli organi di informazione che hanno supportato la diffusione del messaggio".

"Io non rischio" è una campagna nazionale di prevenzione promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, dall'Anpas-Associazione nazionale delle pubbliche assistenze, dall'Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e da ReLuis - Consorzio della rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica, in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale e con l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e in accordo con le Regioni e i Comuni interessati. L'edizione 2014 dell'iniziativa si è svolta sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.

Nelle piazze del nord Italia e delle Marche, dove le iniziative sono state annullate a causa del maltempo che ha caratterizzato questo fine settimana, l'iniziativa è rimandata al prossimo autunno.

Redazione/sm

(fonte: DPC)