(Fonte foto: Ispra)

Ispra celebra la Giornata internazionale del Mediterraneo

L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale celebra la giornata dell'8 luglio con uno spot e con un documentario (entrambi visibili su Youtube)

Oggi 8 luglio si celebra la giornata internazionale del mar Mediterraneo, un’occasione per aumentare la consapevolezza sullo stato di salute del Mare Nostrum e sui pericoli che lo minacciano. 


Questo lo spot della giornata realizzato da Ispra

Un mare non molto in salute
Secondo l'Ispra, che ha celebrato la giornata non solo con lo spot, ma anche con un documentario di una ventina di minuti, sono oltre 240 le specie aliene identificate nel nostro mare, di cui il 68% ormai stabile lungo le nostre coste. Sui fondali italiani si deposita più del 70% dei rifiuti marini, dei quali il 77% è plastica. Sulle spiagge, con una media di 400 rifiuti ogni 100 metri, la situazione non è migliore. Nel Mediterraneo più del 63% di tartarughe marine ha ingerito plastica. Ma le azioni per la sostenibilità stanno dando i loro frutti: gli stock ittici, pur rimanendo sovrasfruttati, in 6 anni passano dall'85% al 75%. Sia ieri che oggi, 7 e 8 luglio, Ispra sta inoltre tenendo gli Ocean Decade Laboratories, un evento promosso dalla Commissione Intergovernativa Oceanografica dell’UNESCO. Oggi Ispra presenta inoltre itinerante I colori del Mediterraneo.


Questo il documentario realizzato da Ispra: 



red/gp

(Fonte: Ispra)