#italiasicura, cambio al vertice: D'Angelis direttore de L'UnitÀ. Gli succede Mauro Grassi

Lo ha annunciato lui stesso sabato in un tweet: lascia la la struttura di missione di Palazzo Chigi #italiasicura per andare a dirigere l'Unità. Erasmo D'Angelis giornalista professionista con un passato in Rai e al Manifesto torna alla sua passione originale. Al suo posto Mauro Grassi fino ad oggi direttore della medesima struttura

E' stata una sorpresa un po' per tutti: Erasmo D'Angelis, coordinatore di #italiasicura, la struttura di missione di Palazzo Chigi contro il dissesto idrogeologico, passa il testimone a Mauro Grassi, fino ad ora direttore della struttura,  per andare a dirigere l'Unità. Lo ha annunciato lui stesso sabato scorso con un primo tweet:

Lo storico giornale della sinistra italiana infatti torna in edicola dopo un'interruzione durata quasi un anno: il 1° agosto del 2014, dopo una serie di crisi, le pubblicazioni furono interrotte a causa della grave situazione debitoria. A partire da domani, martedì 30 giugno, il giornale diretto da Erasmo D'Angelis, condirettore Vladimiro Frulletti, riprende le attività. Oggi alle 11 la conferenza stampa in cui vengono ufficializzate le nomine.
E in seconda battuta D'Angelis ha annunciato il nome del suo successore, Mauro Grassi:
Un augurio di buon lavoro al Dott. D'Angelis per il suo nuovo incarico a l'Unità e al Dott. Mauro Grassi per il grande impegno che la conduzione di una struttura come #italiasicura comporta e comporterà sempre di più negli anni a venire.

red/pc

Nato a Firenze il 6 dicembre 1951, Mauro Grassi è padre di cinque figli ed è laureato in Statistica ed Economia Politica. Dopo 26 anni all'Istituto Regionale per la Programmazione Economica Toscana (IRPET), prima come ricercatore e poi come dirigente di ricerca, è passato all'attività amministrativa direzionale presso la Regione Toscana dove ha ricoperto il ruolo di responsabile della programma regionale di sviluppo e quindi di Direttore Generale del dipartimento Cultura, Formazione e Lavoro, poi del dipartimento Ambiente, Territorio ed Energia.

Nel 2011 lascia la Regione Toscana e svolge per un breve periodo l'attività politico-istituzionale ricoprendo il ruolo di Assessore all'Urbanistica e all'Ambiente del Comune di Livorno. Conclusa l'esperienza politica ritorna a ricoprire ruoli di tipo organizzativo direzionale come capo segreteria del sottosegretario al trasporto pubblico presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Ad oggi ricopre la carica di Direttore della Struttura di Missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche e fra qualche giorno sarà ufficializzata la sua nomina a coordinatore responsabile della struttura.