Una delle due macchine-salvalibri donate da Coop Adriatica con la delegazione della Cooperativa. Da sinistra, il vicepresidente di Coop Adriatica Rino Ruggeri e il Commissario straordinario della Legacoop Abruzzo Elio Di Odoardo

L'Aquila, Coop Adriatica dona due macchine salva-libri alla Biblioteca provinciale

Presentata quest'oggi nel capoluogo abruzzese la donazione che servirà a salvare 260.000 volumi, alcuni dei quali antichi e preziosi, rimasti sotto le macerie del terremoto. Verranno inoltre donati anche 10.000 volumi raccolti lo scorso anno a Bologna e in Abruzzo

Due 'incubatrici' salva-libri, costate circa 30.000 euro, sono il contributo che Coop Adriatica e i suoi soci, in collaborazione con Legacoop Abruzzo, offrono alla biblioteca provinciale dell'Aquila "Salvatore Tommasi". Frutto di una raccolta cominciata subito dopo il tragico terremoto abruzzese, che ha visto i soci Coop accumulare complessivamente - attraverso oltre 23.000 donazioni con punti spesa - 106.000 euro, la donazione sosterrà in modo tangibile la ripresa dei servizi e della vita culturale nel capoluogo abruzzese.

Le due macchine salva-libri, prodotte dalla TiGiEmme di Bologna, sono di diverso tipo ma saranno entrambe fondamentali per il recupero del prezioso tesoro cartaceo. La prima, automatica, aspira la polvere dai volumi che vengono inseriti al suo interno; la seconda, adatta ai documenti più antichi e preziosi, è una vera e propria incubatrice: grazie alle apposite maniche protette, il restauratore può' anche inserire le braccia, e pulire i testi con delicatezza servendosi di un pennello.

"Restaurare i libri, ricostruire la cultura- sottolinea Marco Gaiba, il direttore della biblioteca aquilana nel corso della conferenza che si è tenuta questa mattina nella citta' colpita dal terremoto - significa anche ricostruire legami, coesione e crescita sociale in una città così profondamente colpita dal sisma. E' un primo contributo concreto, che proseguirà, nei prossimi mesi, con altre importanti iniziative che attestano la vicinanza dei soci Coop a questo territorio".

Parole confermate anche dal vicepresidente di Coop Adriatica Rino Ruggeri: "Questa donazione si inserisce nella nostra logica di responsabilità sociale di impresa, verso i territori nei quali siamo. Noi - afferma Ruggeri - per la sostenibilità stimoliamo i nostri soci, quando ci sono situazioni di emergenza o di altro tipo, a donare valori che hanno ricavato tramite la fidelizzazione, da utilizzarsi in azioni di solidarietà che possono essere internazionali oppure sul territorio. In questo caso - conclude Ruggeri - l'anno scorso li abbiamo invitati a donarli per questo intervento, che si è tradotto nella consegna delle due macchine e in un'altra iniziativa che faremo a settembre."


Enzo Voci