L'Aquila: si dimette l'assessore alla Protezione Civile

Riga lascia la carica, dopo le polemiche sull'iniziativa "Terremoto - Io non rischio" e le precisazioni di Gabrielli

Roberto Riga, assessore alla Protezione Civile del Comune de L'Aquila, ha riconsegnato la delega al Sindaco, Massimo Cialente, dopo le numerose polemiche sull'iniziativa di prevenzione "Terremoto - Io non rischio". Si tratta di una serie di appuntamenti su tutto il territorio nazionale per sensibilizzare i cittadini sui rischi dei terremoti e sulle corrette vie di prevenzione: ma a L'Aquila, per una serie di ritardi di comunicazione e di problematiche organizzative e incomprensioni fra Comune e Volontariato "Io non rischio" ha rischiato fino all'ultimo di non essere svolta. Il salvataggio "in corner" è stato comunicato da Cialente durante una conferenza stampa, dove il sindaco ha dichiarato che "il pomeriggio di sabato 28 e nell'intera giornata di domenica 29 settembre, in piazza Duomo, si terrà l'iniziativa nazionale volta a promuovere la cultura della prevenzione, con particolare attenzione al volontariato di protezione civile e al ruolo attivo che ogni cittadino può assumere ai fini della prevenzione del rischio sismico". Nella stessa conferenza stampa Cialente ha reso note le dimissioni di Riga dall'assessorato alla Protezione Civile - ma resta vicesindaco con altre deleghe - suscitando la reazione dell'ex assessore: "avrei voluto farlo io, il sindaco è stato poco corretto e lo chiamerò per dirglielo". Le dimissioni sono arrivate dopo una secca precisazione del Dipartimento di Protezione Civile, sottoscritta dallo stesso Gabrielli, che ha puntualizzato - carte alla mano - come L'Aquila sia stata coinvolta sin dal principio nella realizzazione della campagna di sensibilizzazione, additando i ritardi e il possibile ‘forfait' a problematiche tutte interne al Comune abruzzese.


 
Red/wm