(foto: Sarah Murru - Il Giornale della Protezione Civile.it)

L'eclissi a Bologna: appassionati e curiosi con gli occhi al cielo

Qualche scatto da Piazza Maggiore, cuore di Bologna, dove un centinaio di persone ha assistito questa mattina all'eclissi parziale di sole, e qualche foto dell'eclissi, scattata dai colli bolognesi

Occhi protetti e naso all'insù: questa mattina a Bologna, in piazza Maggiore, la piazza centrale della città, fra il "gigante", come viene chiamata la grande statua del Nettuno, la chiesa di San Petronio e Palazzo d'Accursio, tanti appassionati si sono dati appuntamento per ammirare l'eclissi parziale di sole .
Scolaresche, ragazzi, anziani, turisti: ognuno attrezzato, i più con sistemi di fortuna, alcuni invece con gli appositi occhialini schermati conservati dalla precedente eclissi del 1999. Molto ambiti gli occhialini, con i quali si aveva una visuale perfetta, passati di mano in mano fra gli astanti: "Me li presta per favore?", "Oh bello!", "Posso?", "Prego!", "Anch'io....!Grazie!".
C'erano anche, ovviamente, i cultori di astronomia, armati di telescopi e speciali macchine foto, ad immortalare l'evento.
Il clou dello spettacolo è durato una decina di minuti, nel sottofondo, un gruppo di ragazzi con la chitarra a suonare e cantare sulle note di Rino Gaetano... "e il cielo è seeeempre più bluu!".

Ecco per i nostri lettori qualche foto da Piazza Maggiore e qualche foto dell'eclissi, vista dai colli bolognesi.

La redazione