Fonte Facebook Protezione Civile Fvg

L' Italia è il primo Paese in Europa per numero di incendi

A denunciarlo uno studio della Cattolica di Roma. Il più grande nel 2021 in Sardegna, ha interessato oltre 13.000 ettari di superficie

Uno studio dell'Università Cattolica di Roma denuncia: "Nel 2021, l'Italia è stato il primo paese in Europa e il secondo paese al mondo per numero di incendi registrati, 1422, per un totale di 160.000 ettari di superficie bruciati. Si tratta del numero più alto registrato nell'ultimo decennio. Ma ci aspettiamo dati peggiori anche per quest'anno". A spiegarlo lo studio "Il cambiamento climatico in Italia. Lo scenario italiano alla luce del documento Climate Change Is A Healt Crisis", realizzato in collaborazione con l'Italian Institute for Planetary Health.

Conseguenze 
“Quindici, tra gli incendi avvenuti in Italia lo scorso anno - spiega lo studio - hanno superato i 1.000 ettari ed il più grande, in Sardegna, ha interessato oltre 13.000 ettari di superficie. La siccità estrema che stiamo vivendo - evidenzia sempre lo studio - sta gettando le basi per la desertificazione, che interessa il 25% della popolazione mondiale, compresi i residenti di alcune regioni del Sud Italia, come Sicilia, Puglia e Calabria”. “Il modo migliore per contrastare i cambiamenti climatici è puntare su fonti rinnovabili di energia. Come fanno in modo esemplare alcune regioni come la Valle d'Aosta, la cui quota percentuale di rinnovabili sul consumo lordo di energia è maggiore del 90%, mentre la Basilicata si trova in terza posizione con il 49,5%. Entrambi i valori - evidenzia il dossier - sono maggiori rispetto alla media nazionale (17,1%)". 

I dati dei Vdf
Per quanto riguarda quest'anno i primi gli ultimi dati forniti dai vigili del fuoco indicano che dal 15 giugno al 21 luglio sono stati 32.921 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco per incendi boschivi e di vegetazione in genere, 4.040 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando furono 28.881. Impegnati complessivamente nelle operazioni di spegnimento 141.566 vigili del fuoco, 53.587 i mezzi impiegati, per un totale di 39.753 ore d'intervento. Nello stesso periodo dello scorso anno furono 131.710 i vigili del fuoco e 50.724 i mezzi impiegati, 33.795 le ore di intervento. Il maggior numero di incendi si registra in Sicilia, dove i vigili del fuoco hanno effettuato 6.534 interventi. Le altre regioni maggiormente colpite dagli incendi sono state la Puglia (5.134), il Lazio (4.799), la Calabria (3.195), la Campania (2.730) e la Toscana (1.529).

red/cb
(Fonte: Conferenza delle Regioni e delle provincie autonome, Vigili del Fuoco)