La pioggia concede una tregua
Arrivano sole e gelo

Sulle regioni italiane, dopo giorni di pioggia tornerà il sereno, ma le temperature scenderanno sensibilmente. La nuova allerta è per il gelo

L'emergenza pioggia dovrebbe essere finita per la Penisola. Ora è in arrivo il sole, dovuto ai venti freddi dal nord est che porteranno però anche il freddo, con temperature di circa due gradi sotto la media in tutta Italia. In arrivo anche venti forti. Il quadro fornito dalle previsioni del servizio meteo del Dipartimento della Protezione Civile, prevede una settimana, fino a Capodanno, con poche nubi, poca pioggia o neve ma temperature rigide, con minime sotto lo zero. Nel corso della giornata il vento spazzerà le nubi anche dal Centro e al Sud. L'allerta per i fiumi veneti sta lentamente rientrando; a Vicenza il Bacchiglione, che era arrivato alle prime ore di ieri al livello record di 5,34 metri, sta scendendo di livello. I produttori agricoli temono però adesso per le coltivazioni intrise d'acqua, che rischiano di gelare, mentre i sindaci delle aree piu' colpite, da quello di Vicenza a quello di  Bovolenta, chiedono a gran voce immediati interventi di messa in sicurezza idraulica dei fiumi, con interventi  tempestivi sugli argini. In particolar modo chiedono con la costruzione del bacino di espansione delle piene a Nord di Vicenza. Il governatore Luca Zaia, commissario delegato per l'alluvione in Veneto, ha voluto ringraziare quanti ''hanno trascorso un Natale davvero in trincea e che anche in queste ore stanno lavorando nelle aree piu' coinvolte da questa nuova ondata di maltempo''.

Migliorata anche la situazione del Po; a Venezia dopo giorni di grandi disagi, l'acqua alta ha dato una tregua. Gli abitanti di Tellaro, il borgo di Lerici, in provincia di La Spezia, sono isolati da tre giorni a causa di una frana che ha ostruito completamente l'unica via d'accesso al paese. Dal  pomeriggio di ieri invece non sono più isolate le 150 persone che vivono nelle frazioni di Sillico, Bargecchia e Capraia, in Garfagnana, dove una frana ha ostruito la strada che porta a queste località. La Protezione Civile, la Provincia e il Comune hanno deciso di utilizzare il varco aperto in tarda mattinata per  il transito dei soli mezzi di soccorso per un 'passaggio assistito' che permette la circolazione dei mezzi privati. La frana resta presidiata 24 ore su 24.


Julia Gelodi