fonte foto: Protezione Civile Regione Calabria

Lamezia Terme (CZ), Borrelli al raduno dei volontari di protezione civile calabrese

All'evento, in programma sabato alla Fondazione Mediterranea, hanno aderito oltre mille volontari. Sarà presente anche il nuovo Capo dipartimento della Protezione Civile nazionale

Saranno oltre mille i volontari di protezione civile a partecipare al "Raduno regionale del volontariato di protezione civile", organizzato dall'Unità Organizzativa Autonoma della Protezione civile della Regione Calabria, in programma sabato 9 settembre 2017, a partire dalle ore 10:00 alla Fondazione Mediterranea Terina di Lamezia Terme. All'iniziativa sarà presente anche il nuovo Capo dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli.

Il raduno, è scritto in una nota, "sarà il coronamento di una fase importante per la protezione civile regionale, che ha avviato un processo di profondo e deciso rinnovamento basato prevalentemente sul sistema del volontariato, elemento ritenuto determinante nelle attività di prevenzione e gestione delle situazioni emergenziali in uno dei territori, la Calabria, più esposti al mondo alle calamità naturali". "
È scaturita - prosegue la nota - la volontà di promuovere e potenziare in modo strutturale il sistema regionale di volontariato di protezione civile. Questa volontà si è concretizzata con l’entrata in vigore del nuovo regolamento regionale del volontariato di protezione civile, concepito con lo scopo di sottrarre il volontariato a sistemi clientelari che in alcuni casi sono sfociati nel malaffare fino ad evidenziare collusioni con organizzazioni criminali (come nel caso della Misericordia di Isola Capo Rizzuto). Tutto ciò ha suscitato un crescente interesse nel mondo del volontariato più autentico, testimoniato dalla richiesta di iscrizione all’Albo regionale di 50 nuove organizzazioni di volontariato in pochi mesi. Il Sistema del Volontariato regionale conta ad oggi 220 Organizzazioni, tra Gruppi Comunali ed Associazioni, iscritte all’Albo regionale con più di 3.000 volontari operativi".

La mattinata sarà dedicata a un momento di confronto tra i volontari e le istituzioni con un incontro-dibattito sul tema “Il senso del volontariato di protezione civile nella Regione d’Italia più esposta ai rischi naturali.
Durante i lavori sarà presentata ufficialmente la Consulta Regionale del volontariato di protezione civile – organo democraticamente eletto tra le varie associazioni che parteciperà attivamente alla definizione dei programmi della protezione civile regionale - e saranno premiate le organizzazioni di volontariato di protezione civile che si sono distinte per l’impegno ed i risultati raggiunti nel corso dell’ultimo anno. Il pomeriggio sarà dedicato alle esercitazioni. Sarà simulata la ricerca di persone disperse, prove di spegnimento di incendi boschivi e un percorso dimostrativo di educazione ai rischi ambientali per persone con disabilità.

La diffusione capillare di associazioni di volontariato – delle quali si sta elevando sensibilmente il grado di specializzazione con continui corsi di alta formazione - su un territorio complesso e fragile come la Calabria che in caso di calamità pone seri problemi di accessibilità, offre il grande vantaggio di offrire una risposta immediata ed incisiva alle varie criticità presenti, essendo le associazioni molto vicine ai luoghi colpiti dagli eventi e rappresentando un solido punto di riferimento per i sindaci.

Il Raduno vuole essere un momento di incontro gioioso di tutte le realtà di volontariato che operano in Calabria per conoscersi, fare rete e scambiarsi esperienze e buon pratiche.

Lo scopo ultimo di questa iniziativa è duplice: riconoscere i meriti di quegli “eroi” quotidiani, i volontari, che con spirito di sacrificio, altruismo e passione, dedicano disinteressatamente il proprio tempo a soccorrere chi è in difficoltà tutti i giorni dell’anno, anche in piena notte; avvicinare tutti i Calabresi – che sono tutti invitati alla manifestazione ed ospiti della protezione civile regionale anche a pranzo e cena - al meraviglioso mondo del volontariato di protezione civile che risulta di vitale importanza in una regione ad altissimo rischio.


red/mn

(fonte: Ansa)