La locandina dell'evento (fonte: comune L'Aquila)

L'Aquila, fiaccolata commemorativa dieci anni dopo il sisma

La fiaccolata si svolgerà come ogni anno: 309 rintocchi di campane risuoneranno alle 3.32 del mattino per ricordare le 309 vittime. Ma dopo dieci anni è tempo di bilanci

Dieci anni dopo il sisma, dopo quella scossa che alle 3.32 del mattino del 6 aprile 2009 distrusse la città, il comune dell’Aquila organizza una fiaccolata commemorativa. 309 rintocchi di campana ricorderanno le 309 vittime di quei 23 secondi di terrore.

Il raduno dei partecipanti è previsto alle ore 22.00 del 5 aprile, con la partenza del corteo per le ore 22.30 dall'area antistante il Tribunale dell'Aquila (via XX Settembre).

Il corteo attraverserà via XX settembre, con una sosta in corrispondenza della ex Casa dello Studente, per un momento di commemorazione delle vittime. Dopo aver attraversato la Villa Comunale e transitato lungo Corso Federico II, raggiungerà Piazza Duomo. Qui si terrà la consueta lettura dei 309 nomi delle vittime, cui faranno seguito la celebrazione della Santa Messa all’interno della Chiesa di Santa Maria del Suffragio, celebrata da S.E. Mons. Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo Metropolita dell’Aquila. La veglia di preghiera proseguirà aspettando le 3.32, quando i rintocchi della campana ricorderanno le vittime del sisma.

Mentre la fiaccolata tradizionale porterà un momento di commozione necessaria per convivere con il ricordo della tragedia, il decennale del cataclisma segna anche l'ora dei bilanci. La scossa di magnitudo 6,3 ridusse la città in macerie, causando danni per 10 miliardi di euro. E dieci anni dopo le polemiche non si sono ancora esaurite. In questo senso, era stata un fulmine a ciel sereno la decisione del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che poco meno di un mese fa aveva deciso di dimettersi: lasciato solo dalle istituzioni, il suo gesto voleva essere un disperato appello per “dimostrare che la citttà può contare su una classe dirigente consapevole e matura”.

red/gp

(Fonte: Comune dell’Aquila, Askanews)